/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 20 luglio 2018, 16:38

I commercianti finalesi difendono l'ambulante: "Un uomo buono e mite vittima di una situazione esasperante"

Il titolare di un banco del mercato è accusato di avere aggredito un agente di polizia locale finalese

I commercianti finalesi difendono l'ambulante: "Un uomo buono e mite vittima di una situazione esasperante"

"Noi lo conosciamo bene e non farebbe male a una mosca, è un uomo buono e mite". Scendono in campo numerosi i commercianti finalesi in difesa dell'ambulante accusato di avere aggredito un agente di polizia municipale di Finale durante un diverbio (leggi articolo QUI). E proseguono: "Se ha avuto una reazione simile, lui che è sempre stato così corretto, vuol dire che deve essere stato spinto alla massima esasperazione".

Continuano i difensori del commerciante: "Da quanto siamo riusciti a sapere l'episodio si è verificato prima dell'una e mezza, quando il termine ultimo era l'una. Certo, capiamo che sia necessario fare tutti i doverosi accertamenti sulle dinamiche della vicenda, ma non si può mettere in croce per un margine di meno di mezz'ora un uomo che lavora onestamente e che tra mille sacrifici, col caldo e sotto il sole, tra caricare e scaricare, montare e smontare la bancarella è in piedi dalle 4 del mattino. Tutto questo magari imponendo anche una sanzione quasi pari all'incasso di una giornata, quando non di una intera settimana nei periodi più grigi, tolte le tasse e le spese che vessano tutta la nostra categoria. E ci auguriamo che non gli venga revocata la licenza, perché questo significherebbe mettere in ginocchio un'intera famiglia".

Concludono i commercianti finalesi: "Rispettiamo e apprezziamo il lavoro delle forze dell'ordine, che garantiscono la nostra sicurezza. Ma chiediamo un po' di più di elasticità e collaborazione verso chi sbarca il lunario onestamente e molta più severità verso gli abusivi che invadono il lungomare".

 

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium