/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | sabato 21 luglio 2018, 13:00

Celle in Movimento non si presenterà alle Comunali 2019, Cappa: “Paese ricco ma che ha bisogno di un cambiamento”

Il sabato spazio alle minoranze consiliari per un punto della situazione sui 4 anni di opposizione. Marco Beltrame (Futuro Oggi): “Complimenti ai lavoro degli uffici, manca però un’innovazione turistica”

Celle in Movimento non si presenterà alle Comunali 2019, Cappa: “Paese ricco ma che ha bisogno di un cambiamento”

Dopo l’ormai classica rubrica domenicale dedicata all'ultimo anno di mandato dei comuni che andranno al voto nel 2019 (domani su Savonanews potrete leggere le parole del sindaco di Albisola Superiore Franco Orsi) il sabato successivo spazio anche alle minoranze consiliari.

 

Dopo aver sentito la minoranza varazzina (leggi Qui ) quest’oggi abbiamo fatto una chiacchierata con i gruppi consiliari di opposizione a Celle che si contrappongono alle parole del sindaco Renato Zunino (vedi articolo).

 

Il capogruppo di Celle in Movimento Paolo Cappa, il più attivo oppositore in questi anni in consiglio comunale, ci ha esposto le sue criticità: “Celle è un comune molto ricco, dove le entrate tributarie sono al quarto posto dietro a comuni come Camogli, Portofino e Alassio, a nostro giudizio viene a mancare il controllo sui lavori pubblici, il comune si permette di essere in arretrato nella riscossione tributi di 4 milioni negli ultimi 5 anni su un bilancio di 9 milioni, ci vuole una gestione più attenta, puntuale e esiste la mancanza di un piano strategico, sono stati fatti solo nuovi appartamenti e la trasformazione di alberghi. I cittadini non partecipano alla vita politica e un occhio più attento potrebbe aiutare a migliorare la situazione del paese”.

 

 

Diverse gli argomenti sui quali il gruppo consiliare ha aspramente dibattuto in sede di consiglio comunale in questi anni: “Il parcheggio di via Servettaz e la funicolare sono due opere che l’amministrazione ha voluto, eravamo contrari e abbiamo fatto un controllo, sono state realizzate male, i cittadini pagano ma il risultato che il park è appena stato fatto e ci sono perdite d’acqua e la funicolare hanno dovuto limitare le corse perché si consumano i cavi, nessuno accetterebbe una situazione del genere. Sulle bergamasche è chiara la situazione, diventeranno tutte case, un paese con 3000 seconde case non ne aveva bisogno, il privato chiede delle cose e il comune attraverso le conferenze di servizi cerca di adeguarsi”.

 

Il futuro di Celle in Movimento sembra delinearsi verso una mancata ricandidatura alle prossime elezioni amministrative: “Nata come una lista civica che voleva certificarsi con il Movimento 5 Stelle per cui siamo iscritti e abbiamo fatto campagna elettorale, chiuderemo questa azione ma rimarrà come forza sul territorio, saremo a disposizione di un’eventuale lista pentastellata per trasmettere le esperienze che abbiamo accumulato” conclude il capogruppo consiliare.

 

Marco Beltrame, capogruppo consiliare di Futuro Oggi è più “morbido” sull’operato della Giunta Zunino anche se auspica vi siano in futuro novità per il turismo e i giovani: “Le criticità stanno nell’innovazione, sulla normale amministrazione c’è poco da dire anche grazie ai dipendenti comunali che sanno fare il loro lavoro funziona molto bene. Manca un pizzico di giovinezza in più nel saper cogliere magari i nuovi flussi piuttosto che le nuove iniziative che si presentano sul mercato turistico”.

 


“L’indecisione regna sovrana, dopo 9 anni un pò di stanchezza di dieci anni di opposizione si fa sentire, l’unica cosa che sono certo che chiunque si vorrà candidare dovrà essere ben conscio di cosa andrà incontro perché ci sono complessità in un comune che è un’azienda a 360º, della difficoltà di muoversi attraverso le normative, leggi e patti di stabilità. Bisogna imparare dagli uffici che sono estremamente competenti. Io sto valutando, ma 99 su 100 non mi ricandiderò” continua Beltrame.

 

A questo punto è un rebus cercare di capire chi sarà l’avversario di uno dei due possibili candidati, Caterina Mordeglia-Remo Zunino, alle prossime elezioni amministrative del 2019, una possibile lista di centrodestra l’idea più ventilata.


Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore