/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | domenica 22 luglio 2018, 16:00

Finalborgo: motociclette "abusive" sul sagrato della chiesa

Malumore degli abitanti del rione: "Un oltraggio ai nostri spazi, alla nostra cultura e alle nostre tradizioni"

Che la convivenza tra finalborghesi e ciclisti sportivi non sia proprio sempre facile, è cosa risaputa da tempo: talvolta gli abitanti della zona si lamentano del fatto che alcuni atleti (ovviamente non tutti, perché le generalizzazioni sono sempre sbagliate) non rispettino l'opportuna prudenza che un centro storico popolato di famigliole con bambini richiederebbe.

Ma a quanto pare da oggi i finalborghesi hanno un nuovo problema: i motociclisti. Ecco infatti la foto di due moto da cross parcheggiate sul sagrato della chiesa di San Biagio. Oltre all'evidente impatto estetico, ricordiamo che si tratta di una ZTL (Zona a Traffico Limitato), per cui non si può entrare con mezzi a motore, nemmeno a due ruote, pena pesanti sanzioni.

Abbiamo raccolto alcuni commenti di residenti della zona, tutti indignati: "Che cosa vogliono fare? Entrare direttamente con la moto in chiesa? Magari parcheggiandola sull'altare? Noi del Borgo viviamo tutto ciò come un oltraggio ai nostri spazi, ai nostri monumenti, alla nostra cultura e alle nostre tradizioni", ci dice un passante con aria infastidita. E un altro aggiunge: "Io sono stato multato per molto meno". Conclude un altro finalese: "Non è che se vieni in vacanza a Finale puoi fare proprio quello che ti pare. Questa gente deve capirlo, prima o poi".

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore