/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | domenica 22 luglio 2018, 10:38

La band Ginez e il Bulbo della Ventola conquista il prestigioso "Tenco Ascolta"

Saranno l'unica band ligure a partecipare a questa edizione della rassegna itinerante fondata dieci anni fa dal "Club Tenco" per scoprire i talenti di oggi e di domani

Ginez e il Bulbo della Ventola, band in un certo senso “tenuta a battesimo” da Savonanews (leggi QUI) conquista il “Tenco Ascolta”, prestigiosa rassegna musicale itinerante organizzata dallo stesso staff del Club Tenco.

L’appuntamento sarà domenica prossima, 29 luglio, alle ore 21 presso l’anfiteatro San Costanzo di Sanremo, con la presentazione di Antonio Silva. Ingresso libero.

Si tratta di un eccellente traguardo per Ginez e il Bulbo della Ventola, che dopo una lunga selezione sono arrivati nella rosa dei quattro finalisti scelti per calcare il palco, ma sono anche l’unica band ligure ad avere l’onore di partecipare a questa edizione della rassegna.

In scaletta con loro anche Andrea Febo, Leonardo Gallato, Alessandra Falca, con la partecipazione speciale di Secondamarea.

Tenco Ascolta, che esiste dal 2008 (quindi celebra proprio quest’anno il decennale), è il format del Club Tenco che si sviluppa in una serie di appuntamenti, in tutta l’Italia, durante i quali il Club invita ad esibirsi dal vivo i nuovi cantautori ritenuti più interessanti tra le centinaia che ogni anno spediscono il proprio materiale al Club. Ovviamente esso in molti casi ha costituito il “trampolino di lancio” per poi accedere al famoso “Premio Tenco”.

Nel panorama attuale, Ginez e il Bulbo della Ventola hanno la grande virtù, sempre più rara, di non assomigliare a nessuno. Il loro sound è unico, ma al tempo stesso sa fare tesoro di una grande tradizione di musica italiana alle spalle, da Capossela, all’ironia di Buscaglione, alla malinconia dello stesso Tenco. E, naturalmente, non mancano influenze internazionali, da Tom Waits a quell’esuberanza tutta “latina” di Manu Chao e di Tonino Carotone. Ma il tutto è rimaneggiato, filtrato, plasmato fino a diventare un cocktail esplosivo dalla ricetta unica.

Le loro non sono soltanto canzoni, sono storie che fanno parte della vita di tutti noi e che, chiudendo gli occhi mentre ascoltiamo, possiamo rivivere: l’amore e la gelosia, come in “Zelda”, i matrimoni burrascosi e problematici de “L’uomo su misura”, la malinconia di certe giornate in “Domenica”, le ciucche devastanti di “La Festa”, solo per citare alcuni tra i loro titoli.

E aleggia il mistero persino su come i quattro musicisti, il chitarrista-cantante Ginez, il polistrumentista Roberto Ascoli (che si alterna con disinvoltura tra la batteria e il pianoforte), il bassista Daniele Duchini e il chitarrista Fabio Pollono, si siano conosciuti: c’è chi dice l’amicizia sia nata in un porto di mare lontano, ai confini del mondo, dove i quattro sono approdati dopo mille avventure, c’è chi dice che si siano conosciuti dopo una notte “in gattabuia”, finiti dentro per una rissa furiosa, forse per una donna, forse per una partita a carte truccate, forse solo per il tasso alcolico troppo alto… O forse non è vero niente di tutto questo e sono “solo” quattro grandi amici, animati da sincera passione per la musica e residenti tra Andora, Ceriale e Pietra Ligure (tranne Fabio che è di Ivrea), che si ritrovano per suonare, che sanno divertire e coinvolgere divertendosi loro per primi e che sanno scrivere canzoni, mettendoci il cuore ma senza mai prendersi troppo sul serio. Insomma: “It’s only rock’n’roll, but i like it”, dicono i Rolling Stones, “Non mettetemi alle strette, sono solo canzonette”, canta Bennato… Ma a saperne fare, di rock’n’roll e di canzonette con la maestria, il gusto e la classe di Ginez e il Bulbo della Ventola…

Con l'invito ad andare a vederli dal vivo, perché il loro è sempre un ottimo show, ecco intanto un "assaggino" con il video ufficiale di "L'uomo su misura", tratto dal loro canale Youtube:

 

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore