/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 24 luglio 2018, 18:11

Regione, approvata all'unanimità la legge che istituisce il Registro prodotti De.Co.

Puggioni (Lega): "Tutelare e promuovere le eccellenze della nostra tradizione enogastronomica e artigiana"

Regione, approvata all'unanimità la legge che istituisce il Registro prodotti De.Co.

L’Assemblea Legislativa della Liguria oggi pomeriggio ha approvato, votandola all’unanimità, la proposta di legge presentata dai consiglieri leghisti Alessandro Puggioni e Alessandro Piana (presidente del Consiglio regionale) sull’istituzione del Registro regionale dei Comuni con prodotti De.Co. (Denominazione Comunale).

“Mentre in Gran Bretagna hanno attaccato il pesto alla genovese e l’Onu ha fatto altrettanto con gli inimitabili prodotti italiani di qualità – ha spiegato Puggioni - Regione Liguria è andata avanti per tutelare le eccellenze della nostra tradizione enogastronomica e artigiana.

Ringrazio i colleghi Consiglieri per avere approvato all’unanimità la nostra proposta di legge che, in modo semplice ed efficace, ha lo scopo di valorizzare i prodotti ad alto valore storico della nostra tradizione locale e della cultura del territorio.

In buona sostanza, si tratta di contribuire a incentivarne promozione, conoscibilità, diffusione, trasmissione dei saperi e delle storie di cui sono frutto nell’ambito della difesa delle pratiche legate al lavoro derivante dagli ambiti dell’agroalimentare, dell’enogastronomia e dell’artigianato presenti in Liguria.

Con una procedura semplice e lineare, attraverso l’istituzione della certificazione d’origine De.Co. ottenibile tramite apposita delibera dell’Amministrazione comunale, si possono infatti conseguire importanti risultati socio-economici finalizzati alla tutela delle peculiarità territoriali e delle biodiversità, al rilancio della produzione agroalimentare, enogastronomica e artigiana, alla promozione del territorio, alla salvaguardia del patrimonio culturale e delle tradizioni locali a difesa dei processi di globalizzazione, purtroppo uniformanti anche nel gusto e nell’alimentazione”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium