/ Finalese

Finalese | 24 luglio 2018, 17:02

Filarmonica di Finalborgo: eccellente il bilancio dei concerti per la Festa della Madonna del Carmine

I concerti hanno intrattenuto gli amanti della musica per due sere su temi sacri e profani in perfetta coerenza con i festeggiamenti.

Filarmonica di Finalborgo: eccellente il bilancio dei concerti per la Festa della Madonna del Carmine

Lunedì 23, con la risalita della Venerata Statua è terminata la festa di Nostra Signora del Carmelo. Per la Società “Filarmonica” di Finalborgo è tempo di resoconti, come, tuttavia, per le altre Associazioni locali, per i Gruppi dei social network (il nuovo “villaggio globale” di McLuhan) e per tutti coloro che  hanno partecipato od assistito agli eventi.

Un bilancio dei concerti che hanno intrattenuto gli amanti della musica per due sere su temi sacri e profani in perfetta coerenza con i festeggiamenti. 

Concerto profano del corpo bandistico di venerdì 20

Complice la meravigliosa acustica dei chiostri, una buona concentrazione ed affiatamento dei musicisti, hanno permesso di ottimizzare l’esecuzione per un pubblico numeroso, attento e partecipe.

Molto gradito il repertorio di musica per film di celebri compositori (Morricone, Rota, Mancini, Theodorakis ecc.) e l’apprezzamento per come è stata interpretata sotto la direzione eccellente e dinamica del M° Pier Luigi Rosso 

Concerto sacro di sabato 21:

“Stabat mater” sequenza religiosa, scritta da Jacopone da Todi (XIII° secolo) nella versione musicata da Gioachino Rossini (rappresentazione del 1842),  uno dei vertici massimi non solo della musica sacra, ma di tutto il panorama sinfonico operistico.

L’ascolto da parte di un  pubblico attento ed indubbiamente appassionato, è stato di una forte emozione confermata a fine concerto dal lungo e  caloroso applauso.

Esecuzione armoniosa, intensa  e palpitante dei due Cori (“del Gonfalone” di Coronata e “Giuseppe Verdi” di Genova) e dei cantanti solisti (Annalisa Cerretti soprano, Jimena Llanos mezzosoprano, Rino Matafù tenore, Marco Camastra basso), accompagnati al pianoforte da Dennis Ippolito, un’eccellenza nei maestri accompagnatori di tutta Italia.

Al successo ha certamente contribuito l’empatia per l’appassionata direzione del M° Pier Luigi Rosso di cui si percepisce l’amore per questa composizione interpretata sulla base di  una profonda ed accurata analisi della partitura.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium