/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 27 luglio 2018, 11:48

Turismo: un weekend “Sopra le righe” per il presidente Giovanni Toti

Il governatore ligure in tour alla scoperta dell’#orgoglioliguria

Turismo: un weekend “Sopra le righe” per il presidente Giovanni Toti

Domani sabato 28 e domenica 29 luglio sarà un week end sopra le righe quello per il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti che si recherà in tour in sei Comuni aderenti alla campagna di comunicazione per l’estate 2018 “Una Liguria sopra le righe”.

Domani sabato 28 luglio sarà dedicato al ponente ligure, con partenza da Varazze, passando per Finalborgo e arrivo a Pietra Ligure per poi approdare,domenica 29 luglio, a levante, passando per la Val d’Aveto e la Valle Sturla.

Programma Sabato 28 luglio

Alle 11 Partenza da Varazze (Piazza Beato Jacopo) – Sarà il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, insieme agli assessori della Giunta e ai sindaci dei territori coinvolti, a dare il via alla campagna, visitando alcuni dei Comuni che hanno aderito e percorrendo gli itinerari. Il percorso gettonato sarà quello giallo destinato ai bambini attraverso il Lungomare Costa, il Molo Marinai d’Italia la cui illuminazione notturna permette di pratica il surf anche di notte, unico caso in Europa, e poi il parco giochi in piazza Dante, il centro storico della città e Piazza Bovani. E’ prevista una visita anche all’Oratorio di San Bartolomeo, costruito in epoca medioevale.

Alle 14 E’ previsto l’arrivo a Finalborgo in Piazza Porta Testa che rappresenta l’accesso al borgo, sul versante occidentale dell’antica cinta muraria. Seguirà la visita della Bottega Storica e del Giardino del Gral con le sue sculture realizzate con materiale di scarto: cocci di vetro, ceramiche, antichi attrezzi, ciottoli, conchiglie, ma anche fossili e minerali. Si prosegue con la visita dei principali monumenti: Palazzo Gallesio di epoca rinascimentale, Piazza Sacrestia, Basilica di San Biagio in stile barocco, risalente al XVII secolo e progettata dall’architetto finalese Andrea Storace. Si continua poi con la Bottega Storica, il Palazzo del Tribunale e il Teatro delle Udienze, il Portone di palazzo Ricci, il Complesso Monumentale di Santa Caterina voluto nel 1359 dai Marchesi del Carretto, oggi sede dell’Oratorio dei Disciplinati e del Museo Archeologico della città, per finire con i Chiostri di Santa Caterina.

Alle 16.00 Arrivo a Pietra Ligure (nei pressi del Monumento ai Caduti in via Don Giovanni Bado – Lungomare). Da lì il Presidente Toti e gli assessori percorreranno il percorso rosso sul quale sarà possibile ammirare la Piazza De Comune, Via Matteotti, la Basilica di San Nicolò, detta anche Chiesa Nuova, costruita nel XVIII secolo, Piazza la Pietra, cuore del centro storico della città, chiamata affettuosamente “Ciassa Veggia”.

Per proseguire poi alla Chiesa Madre o Chiesa Vecchia, antica parrocchia dedicata a S. Nicolò, edificata nell’anno 885, riedificata e ingrandita nel 1384 in stile romanico, dove rintocca, ancora oggi sul suo campanile, la cosiddetta “Campana del Miracolo” e ammirare l’antico affresco detto “du Segnù”, raffigurante Gesù Cristo che sale al Calvario sotto il peso della croce.

La giornata si concluderà con una passeggiata nei caruggi medioevali con brevi soste nei locali tipici del borgo e la visita al Castello, costruito in epoca bizantina.

Programma domenica 29 luglio

La scoperta della “Liguria sopra le righe” proseguirà nella giornata di domenica 29 luglio, in Val D’Aveto, Valle Sturla e nel levante.

Alle 11 è previsto l’arrivo del Presidente Toti a Rezzoaglio in località Cabanne. Da lì si andrà alla scoperta del percorso blu e delle sue curiosità, grazie all’animazione dei bambini che riprodurranno scene tipiche della vita agreste: dalla produzione di latte alla raccolta di funghi, passando per la caccia e per la pesca.

Alle 13.30 E’ previsto l’arrivo a Borzonasca nella piazza antistante il Palazzo Comunale dove il Presidente di Regione andrà alla scoperta del percorso giallo, dedicato ai bambini. Si addentrerà in via Raggio Augusto con le tipiche case alte a testimonianza di un passato di epoca preromana, nella Casa Mulino, nell’antico beudo, sistema di irrigazione a cielo aperto che alimentava il vecchio mulino, nell’Oratorio della Natività della Madonna datato 1408.

Si proseguirà con il percorso rosso dedicato all’arte per scoprire la bellezza della Chiesa di San Bartolomeo, che ospita al suo interno la particolare immagine della Crocifissione di Gesù, unico nel suo genere perché dotato di capelli e barba umani; di Piazza dei “Carlin”, antica famiglia di Borzonasca, dell’Oratorio dei Santi Giacomo e Filippo con il portale del 1554, dell’Abbazia di Borzone, nella valle del torrente Borzone, uno degli insediamenti benedettini più antichi d’Italia, fondato dai monaci di San Colombano nella prima metà dell’VIII secolo su resti di epoca bizantina.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium