/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 07 agosto 2018, 12:14

A settembre il nuovo pellegrinaggio per Lourdes con tappe a Finale, Albenga, Imperia

La Sottosezione Unitalsi rende note le modalità di iscrizione per partecipare a questo importante momento di Fede

A settembre il nuovo pellegrinaggio per Lourdes con tappe a Finale, Albenga, Imperia

Sono in corso i preparativi per il pellegrinaggio verso il Santuario di Lourdes che, come da tradizione ormai consolidata, si tiene a settembre. “160 anni di emozioni” è lo slogan scelto da Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) per celebrare questa importante ricorrenza.  Era infatti l’11 febbraio del 1858, appunto esattamente 160 anni fa, quando la Santa Marie Bernarde Soubirous, da tutti conosciuta come “Bernadette”, all’epoca appena quattordicenne, insieme alla sorella e a un’amica viveva la sua prima esperienza di Apparizione Mariana.

Dalla Sottosezione di Finale Ligure-Albenga-Imperia rendono noto che la data del pellegrinaggio sarà dal 2 al 7 di settembre ed il convoglio ferroviario effettuerà fermate presso le stazioni di Finale, Albenga, Imperia. Entro il 20 di agosto sarebbe opportuno che tutti coloro che intendono partecipare formalizzassero la propria iscrizione, per esigenze organizzative. Si può prenotare telefonando ai numeri 366 8731838 oppure 334 1940110.

Il presidente della Sottosezione, Simone Bergallo, ci racconta una toccante testimonianza: “Talvolta ci sono persone che vorrebbero partecipare ma non possono, perché trattenuti da impegni lavorativi, familiari o di altro tipo; allora scelgono di lasciare una quota “sospesa” che la nostra organizzazione poi distribuisce tra gli indigenti che non possono permettersi di pagare totalmente il viaggio. Da questo punto di vista colgo l’occasione per ricordare a  tutti che sono sempre bene accetti i contributi per aiutare malati che non possono sostenere le spese. Noi stessi, come Unitalsi, attraverso i pellegrinaggi di un giorno verso i santuari italiani, con le cene associative, che sono sempre un bel momento di amicizia e convivialità, ma anche di riflessione, e con altri eventi, periodicamente mettiamo da parte un piccolo fondo che ci consente di aiutare chi vorrebbe andare a Lourdes ma è in difficoltà economiche. Cerchiamo, nei limiti del possibile, di non dire mai di no a nessuno. In particolare il nostro obiettivo è quello di aiutare gli anziani e i giovani a venire a contatto con questa meravigliosa realtà”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium