/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 14 agosto 2018, 09:52

Albenga, manometteva le colonnine per la ricarica elettrica delle ambulanze con l’intento di ricaricarsi il cellulare: fermato dai carabinieri

I militari dell'Arma hanno individuato l'autore di tale gesto, un 31enne di nazionalità marocchina, già noto alle forze dell'ordine

Albenga, manometteva le colonnine per la ricarica elettrica delle ambulanze con l’intento di ricaricarsi il cellulare: fermato dai carabinieri

 

È accaduto qualche giorno fa. La segnalazione giunta recentemente dalla Sede della Croce Bianca di Albenga all’Arma dei Carabinieri ha fatto scattare immediate indagini. In più di una occasione era stato notato dai militi della Pubblica Assistenza che le colonnine elettriche adibite all’alimentazione degli apparati di bordo delle autoambulanze in piazza Petrarca presentavano segni di danneggiamento e rischi per il regolare svolgimento del servizio di “pronto impiego”.

È stato anche riscontrato l’utilizzo improprio di parte delle prese elettriche da parte di ignoti che ricaricavano addirittura il proprio telefono cellulare. Grazie alla preziosa collaborazione del personale della Croce Bianca, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Albenga, sono rapidamente risaliti al possessore di uno smartphone lasciato temporaneamente in ricarica presso una di queste colonnine, cogliendolo praticamente sul fatto.

Sull’individuo, un marocchino di 31 anni, già noto alle Forze dell’Ordine in quanto autore di numerosi reati contro il patrimonio, la persona e la pubblica fede, dovrà ora rispondere delle accuse di interruzione di pubblico servizio, danneggiamento e, reato ancor più grave, ricettazione. Quel telefono è stato accertato, infatti, essere provento di furto avvenuto la scorsa settimana ad Albenga ai danni di un residente. Il telefono è stato restituito dai Carabinieri al legittimo proprietario.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium