/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 16 agosto 2018, 18:13

Autostrade per l'Italia ha dato l'ok alla gratuità per le ambulanze, Viale: "Serve una decisione analoga per A10 e A6"

Intanto Sonia Viale ha convocato per domani i Direttori della Asl liguri, per una riunione sui movimenti delle ambulanze e delle automediche, dopo il crollo del ponte ‘Morandi’.

Autostrade per l'Italia ha dato l'ok alla gratuità per le ambulanze, Viale: "Serve una decisione analoga per A10 e A6"

Durante la visita di oggi, all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova, il vice Presidente della Regione ed Assessore alla Sanità Sonia Viale, ha segnalato al Ministro Salvini che, nonostante la tragedia accaduta a Genova, le pubbliche assistenze anche in questi giorni stanno pagando il pedaggio autostradale quando effettuano trasporti sanitari.

“È un’assurdità inaccettabile – ha detto l’Assessore ponentino - ancora di più dopo il crollo del Ponte Morandi. Sia il ministro Salvini che il sottosegretario Rixi si sono subito fatti carico del problema, annunciando un intervento tempestivo del governo nei confronti delle concessionarie autostradali”.

Dopo le dichiarazioni di Sonia Viale la società ‘Autostrade per l’Italia’ ha già confermato che le pubbliche assistenze non pagheranno più il pedaggi autostradale. C’è però un problema relativo alle società concessionarie diverse, per altri tratti che non sono gestite da ‘Autostrade’. Tra queste ci sono anche la A10 Ventimiglia-Savona, senza dimenticare la A6 Savona-Torino, gestita dal gruppo ‘Gavi’.

“E’ necessario che tutte le società prendano la decisione di rendere le autostrade gratuite per le pubbliche assistente che, fino ad oggi potevano farsi rimborsare i tragitti ‘urgenti’, tra l’altro dopo una lunga procedura burocratica. Una cosa impensabile fino al 13 agosto ed ancora meno accettabile oggi, nella nostra regione, con il problema del crollo sul Polcevera. È indispensabile – ha aggiunto la vicepresidente Viale - rendere gratuiti tutti i trasporti sanitari in autostrada: si tratterebbe di un significativo aiuto e di una semplificazione burocratica per le pubbliche assistenze, che voglio ringraziare per l’impegno profuso in queste difficilissime giornate”.

Intanto Sonia Viale ha convocato per domani i Direttori della Asl liguri, per una riunione sui movimenti delle ambulanze e delle automediche, dopo il crollo del ponte ‘Morandi’. Già nelle scorse ore l’Assessore alla Sanità aveva confermato che i trasporti verso gli ospedali specializzati genovesi, tra cui San Martino e Gaslini, non avranno problemi, ma l’incontro di domani vuole dare ulteriori conferme ai Direttori generali delle aziende sanitarie locali.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore