Elezioni comune di Albenga

Elezioni comune di Pietra Ligure

 / Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 17 agosto 2018, 12:36

A Finale 10 minuti di silenzio per Genova e poi le note dei grandi cantautori che hanno reso celebre "La Superba"

Iniziativa delle Consulte del Volontariato e dello Sport in concomitanza con i funerali di Stato di domattina

A Finale 10 minuti di silenzio per Genova e poi le note dei grandi cantautori che hanno reso celebre "La Superba"

Come è noto, domattina, sabato 18 agosto, si svolgeranno i Funerali di Stato per le vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova.

In questa occasione, le Consulte del Volontariato e dello Sport di Finale Ligure invitano tutti a un collettivo momento di riflessione. Ci si ritroverà attorno alle 11 del mattino in via De Raymondi a Finalmarina, davanti al bar Italo’s Village. Questo luogo nell’immaginario collettivo dei finalesi e non solo è diventato nel tempo un solido punto di riferimento culturale grazie al programma radiofonico Italo’s Village, condotto da Italo Mazzucco e Massimo Crippa su BRG Radio, la radio in streaming della Filarmonica del Borgo.

Ricordiamo che per tutta la durata del rito funebre il bar sarà chiuso: luci spente e serrande abbassate in segno di rispetto per chi ha perso la vita e di cordoglio per tutte le famiglie coinvolte in questa tragedia di immani proporzioni.

Per i primi 10 minuti si osserverà il più assoluto silenzio. Dopodiché, fino alle 12.30, si condividerà l’ascolto a basso volume di alcune di quelle canzoni che hanno fatto la storia della Liguria: dall’immancabile “Genova per noi”, frutto dell’ispirata collaborazione tra Paolo Conte e Bruno Lauzi, fino ai grandi classici di De André, di Ivano Fossati e di tantissimi celebri autori liguri.

All’evento presenzierà anche il sindaco Ugo Frascherelli, che invita tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza, compatibilmente con i loro impegni e la loro disponibilità, a partecipare.

Si invita la popolazione del comprensorio a partecipare, volendo si può portare anche una bandiera di Genova in segno di solidarietà, se la si possiede.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium