/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 17 agosto 2018, 14:08

Ceriale: San Rocco senza fuochi artificiali? Perché no?

L'appello animalista di Rodolfo Sanna all'amministrazione comunale: "Ricordiamoci che lo stesso San Rocco non avrebbe mai fatto soffrire il suo cane"

Ceriale: San Rocco senza fuochi artificiali? Perché no?

Rodolfo Sanna, oltre a essere una persona conosciuta nella vita politica cerialese (ricordiamo che è stato l'unico a Ceriale ad organizzare un dibattito pre-elettorale invitando tutti i candidati sindaco; appello poi raccolto solo in parte dai vari schieramenti) è anche una persona notoriamente impegnata sul fronte ambientalista e animalista.

Dopo la cancellazione del tradizionale spettacolo pirotecnico di San Rocco, in rispetto al lutto per le recenti vicende di Genova, Sanna attraverso il proprio profilo Facebook ha colto l'occasione per divulgare questo appello all'amministrazione comunale. Lo riportiamo integralmente: "Che bello ieri sera Ceriale , per la prima volta la tradizionale festa di San Rocco senza fuochi, a causa di una tragedia purtroppo.

Ieri sera si è potuto vedere come la festività di San Rocco si sia svolta serena non solo per i turisti ma anche per gli animali. Per la prima volta girando per la passeggiata non ho visto cani impauriti cercare di nascondersi sotto le panchine e rifugiarsi tremolanti tra le braccia del conduttore.

Nonostante l'assenza dei fuochi il lungomare era pienissimo di gente, non si riusciva quasi a camminare, dimostrazione del fatto che non sono i fuochi a portar gente ma prima di tutto il calendario, la settimana di ferragosto è quella più piena di turisti, poi l'evento in sé che attira gente. Che bello sarebbe se fosse sempre così e cioè una festa per tutti, persone ed animali più o meno sensibili.

Sarebbe un bell'esempio di progresso della civiltà, ci si può divertire anche senza generare sofferenza in altre persone o animali, allora perché non farlo? I sistemi alternativi ai fuochi d'artificio ci sono e sono molti, dai fuochi silenziosi accompagnati da musica, alle fontane di luce, giochi di luce ed i droni luminosi che a Torino ed in Cina sono stati spettacolari! Perciò faccio un appello al sindaco ed al vice Luigi Romano e Luigi Giordano: proviamo a fare qualcosa di diverso il prossimo anno, qualcosa che diverta senza far soffrire, d'altronde anche San Rocco non avrebbe mai fatto soffrire il suo cane! Si può fare! Proviamoci!"

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium