/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 18 agosto 2018, 15:35

Controlli mirati dei carabinieri tra Finale Ligure e Ceriale: un arresto e quattro denunce

In manette un 40enne di Vimercate (MI), per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Controlli mirati dei carabinieri tra Finale Ligure e Ceriale: un arresto e quattro denunce

I Carabinieri della Compagnia di Albenga, in collaborazione con il Nucleo Cinofili Carabinieri di Villanova d’Albenga, nell’ambito di una intensificazione dei controlli ferragostani sia nei luoghi di importante affluenza turistica sia nelle “aree degradate” più isolate ed in stato di abbandono, hanno effettuato una serie di perquisizioni e controlli mirati.

La Stazione Carabinieri di Finale Ligure durante un controllo della circolazione stradale volto al “monitoraggio” di camper e roulotte spesso utilizzati da nomadi per le loro “trasferte” nella riviera ligure, hanno effettuato una perquisizione di un camper sospetto con l’ausilio dell’unità cinofila specializzata. A conclusione degli accertamenti i militari finalesi hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne di Vimercate (MI), per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’uomo, pregiudicato per reati di droga, aveva nascosto nel suo camper una tavoletta di hashish del peso di circa 70 grammi oltre ad una decina di grammi di stupefacenti e 300 euro di denaro ritenuto provento illecito. La droga non era passata indenne dal fiuto di “Arthur”, il pastore tedesco antidroga che è saltato sul mezzo scovando l’imbosco dello spacciatore trasfertista. Il soggetto è stato poi condannato in rito direttissimo dal Tribunale di Savona a sei mesi di reclusione ed al pagamento di 200 euro di multa. 

Controllato inoltre il parco “le Caravelle “di Ceriale dove non sono stati riscontrati illeciti di alcun tipo da parte dei frequentatori, dopo gli ultimi fermi per furto dei giorni scorsi. I Carabinieri della Stazione di Ceriale, in collaborazione con militari in borghese del Nucleo Operativo e Radiomobile di Albenga e dell’elicottero dell’Arma “Fiamma” di Villanova d’Albenga, hanno poi esteso in controlli ai siti in stato di abbandono che sistematicamente vengono ispezionati.

Setacciate pertanto a Ceriale, l’Area “T1” sulla statale Aurelia e l’ex Colonia “Veronese” sul lungomare. Nell’ambito delle verifiche sono stati rintracciati 4 soggetti (due giovani italiani, un milanese ed una genovese denunciati all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio sorpresi a “trafficare” con un quantitativo eccessivo di hashish e marijuana). Deferiti alla Procura della Repubblica per danneggiamento ed invasione di edifici, inoltre, due stranieri di origine marocchina 31 e 29 anni. I due uomini, con precedenti per spaccio, bivaccavano abusivamente all’interno dell’ex colonia abbandonata.

L’attività di monitoraggio e prevenzione straordinaria ha avuto, il principale merito di prevenire e contenere episodi più gravi che purtroppo si registrano sulle strade della provincia soprattutto nel periodo di massima affluenza turistica.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium