/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | venerdì 14 settembre 2018, 15:40

"Sea Stone Riviera", nata a Pietra Ligure, apre a Bagni Marini e Commercianti

Successo della presentazione avvenuta ai Bagni Bussola di Borgio Verezzi, alla presenza del vice presidente del Consiglio regionale Luigi De Vincenzi, del sindaco Renato Dacquino e degli operatori turistici della Val Maremola

L’innovativa rete di imprenditori outdoor “Sea Stone Riviera” apre ai bagni marini e ai commercianti: si vuole sempre più ampliare il nuovo circuito di operatori pronti a regalare una offerta integrata per il turismo sportivo, estero e nazionale.

 

L’altra sera si è svolta ai Bagni “La Bussola” di Borgio Verezzi la presentazione del progetto agli stabilimenti balneari di Pietra Ligure e Borgio Verezzi, pronti ad entrare nel nuovo brand turistico, regalando momenti di relax, sole, mare e spiaggia, senza contare le possibili attività sportive: kayak, snorkelling, sup, windsurf… Alla presentazione hanno preso parte il vice presidente del Consiglio regionale Luigi De Vincenzi, il sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino e gli operatori turistici della Val Maremola.

 

E’ stato il presidente della rete di imprenditori, Mario Parodi, a presentare al pubblico il progetto, gli obiettivi e la mission di “Sea Stone Riviera” per il territorio e per il futuro del nostro turismo: ottimo riscontro per i video-promo del nuovo portale, www.seastoneriviera.com, realizzati dal noto videomaker Alessandro Beltrame. E poi proprio una speciale anteprima dell’innovativo portale web, ormai in dirittura d’arrivo e che sarà promosso sui canali web e social italiani ed internazionali, ‘la finestra sul mondo outdoor della Val Maremola’: “Sarà il nostro veicolo e mezzo per aumentare le presenze turistiche, portando nel nostro territorio gli amanti dell’outdoor e del turismo sportivo, sportivi professionisti ma anche tante famiglie e appassionati degli sport all’aria aperta. E questo in particolare nei mesi considerati ‘fuori stagione’” ha ricordato il presidente di Sea Stone Riviera Mario Parodi.

 

La Val Maremola, grazie alla nuova sentieristica e nuovi itinerari, può rappresentare uno sbocco nuovo e senza eguali per il turismo outdoor, 40 km di nuovi sentieri sul Monte Carmo sono sicuramente un fattore attrattivo davvero esclusivo: “Serve lo sforzo, il coraggio e la passione di tutti, enti, comuni, privati e operatori, una possibilità concreta per destagionalizzare l’offerta turistica e implementare presenze di qualità” ha aggiunto ancora Mario Parodi.

 

Protagonisti di una presentazione a tutto tondo sull’offerta outdoor, mtb, climbing, arrampicata, snorkelling, kayak e altro ancora, sono state le guide e i professionisti della rete di imprenditori di “Sea Stone Riviera”, che hanno illustrato con dovizia di particolari le possibili attrazioni guidate sul territorio, parti integranti del pacchetto-outdoor made in Val Maremola.

 

A sostenere l’iniziativa lo stesso Luigi De Vincenzi e il sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino, che ha ricordato i percorsi a Verezzi, l’apertura di dieci nuovi sentieri e le nuove falesie per l’arrampicata. Inoltre, Sea Stone Riviera ha già incassato l’appoggio del Comune di Pietra Ligure e dell’assessore al turismo Daniele Rembado.

 

“L’ingresso dei bagni marini, così come dei commercianti, è sicuramente fondamentale per allargare e completare la nostra rete di impresa, valorizzando il nostro prodotto outdoor e il nostro nuovo brand turistico. Le nostre strutture, gli associati si stanno attrezzando per accogliere i turisti outdoor, con servizi e accoglienza, presentando un ventaglio di percorsi, intinerai e sentieri unici” ha evidenziato ancora Parodi.

 

E infine il messaggio: “Non vogliamo imitare o riprodurre una copia sbiadita dell’outdoor finalese, semmai rappresentare una valida alternativa sul mercato, integrarci al meglio per incanalare sul nostro territorio il flusso del turismo outdoor, in costante ascesa, mantenendo una nostra precisa identità, di brand e di prodotto”.

 

“La valorizzazione e la tutela del territorio e la regolamentazione del turismo outdoor sono e saranno due capisaldi del nostro progetto turistico e imprenditoriale, convinti che il comprensorio della Val Maremola, con l’unione di terra e mare, possa e debba rappresentare una offerta senza precedenti per il settore outdoor” ha concluso il presidente di Sea Stone Riviera.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore