/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 16 settembre 2018, 08:15

Noli, finisce l'era-Niccoli: "Sono fiero di ciò che ho fatto. Adesso largo ai giovani"

A pochi mesi dal termine del mandato il sindaco traccia un bilancio del lavoro svolto

Noli, finisce l'era-Niccoli: "Sono fiero di ciò che ho fatto. Adesso largo ai giovani"

Il tempo vola, si avvicina la scadenza elettorale anche per il comune di Noli e il sindaco in carica, Giuseppe Niccoli (Pino, per tutti i nolesi), brandisce in mano una pubblicazione dal titolo: “Tre anni e mezzo di amministrazione al servizio dei cittadini: che cosa è stato fatto, che cosa stiamo facendo e che cosa faremo”.

Sono oltre venti pagine suddivise per argomenti: il piano di efficientamento energetico denominato “Più luce, meno energia”; il nuovo piano parcheggi, con i dettagli sulle soste gratuite, le tariffe agevolate e le istruzioni per richiedere il rilascio di tessere, tagliandi rosa, Easy Park e altro; la raccolta differenziata; la sorveglianza del litorale e le conquiste dei titoli di “Bandiera Blu”, “Bandiera Verde dei pediatri italiani” e “Città cardioprotetta”; i servizi on line e l’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico); l’arrivo del Wi-Fi per tutti e della fibra ottica; gli interventi di verde pubblico e decoro urbano; la casetta dell’acqua; la lotta al punteruolo rosso; il regolamento per i proprietari di cani; la mitigazione del rischio idraulico (cioè di alluvioni e allagamenti); gli interventi sui rii Acquaviva, Noli (via Fiumara), Luminella e Mazzeno; il nuovo molo in località Serra; gli oltre 7,5 milioni di euro in contributi statali e regionali; le scuole e la nuova palestra; i lavori in via Belvedere e via IV Novembre; il nuovo ascensore in passeggiata; i progetti futuri; il PUC (Piano Urbanistico Comunale); gli eventi culturali e turistici. Il tutto è decorato con varie immagini, non ultima quella della magnifica Ferrari Portofino, per la quale è stato scelto proprio uno scenario nolese come location per un set fotografico pubblicitario.

Ci racconta il sindaco Niccoli: “Questa pubblicazione è stata ultimata lo scorso dicembre e distribuita ai cittadini in primavera. Nel frattempo siamo andati avanti con le opere di messa in sicurezza delle scuole”.

Le scuole

Il sindaco si esprime con particolare orgoglio, parlando di questo progetto: “Siamo forse tra i pochissimi comuni della zona che questo lunedì, al via del nuovo anno scolastico, potranno partire con tutte le scuole a posto, elementari, medie e asilo. Abbiamo investito molto nella messa in sicurezza e nella riqualificazione di questi immobili, con oltre 500mila euro di fondi nostri, ai quali siamo riusciti ad affiancare contributi regionali per una cifra complessiva che sfiora i tre milioni di euro. Inoltre ora abbiamo una palestra bella e ampia che potrà essere valorizzata in molteplici modi: non solo per lo sport, ma anche come centro congressi e per eventi culturali. Sopra la palestra abbiamo ricavato 15 posti auto che durante l’anno scolastico saranno riservati al personale docente e non docente, ma a scuole chiuse si presteranno per altri utilizzi”.

La burocrazia

“Oggi l’80% dei problemi di qualsiasi macchina comunale è legato alla gestione e alla carenza di personale. In termini di blocchi delle assunzioni qualcosa inizia a muoversi, ma nel frattempo voglio dire grazie a tutti i dipendenti comunali, che non si risparmiano, lavorano sodo e hanno sempre dimostrato collaborazione e disponibilità. Sul fronte della polizia locale, inoltre, è stato fondamentale unire le forze con il comando di Spotorno, altrimenti non avremmo potuto nemmeno avere una regolare turnazione. E questo, per un paese che in estate passa da 2800 a circa 15000 abitanti sarebbe stato un problema. Dopo il personale, l’altro grave limite è la burocrazia: sembra quasi che lo Stato Italiano ostacoli se stesso, non è possibile che un comune per portare avanti un progetto debba fare i salti mortali. Ciò comporta che spesso passino anni prima che si metta in atto ciò che si è pensato di fare, pur avendo in cassa le disponibilità economiche”.

La raccolta differenziata

“Siamo stati tra i primissimi ad adottare i sistemi più moderni e questo ci ha permesso di passare dal 65% di differenziazione all’84% in pochissimo tempo. Inoltre il metodo attuale invoglia l’utenza: la tecnologia messa a disposizione semplifica le procedure. E nelle prossime settimane procederemo con la chiusura delle ecoisole, che saranno accessibili tramite tessera”.

Le frazioni

“Intanto vorrei ricordare che solo Tosse è frazione, mentre Voze non è considerata tale. A Tosse abbiamo realizzato un bel parcheggio a soli 200 metri dal centro della frazione, che secondo noi è ancora sottoutilizzato. Il servizio navetta funziona, abbiamo sistemato vie e strade, abbiamo potenziato l’illuminazione in ambedue le aree e l’acquedotto ha realizzato un lavoro capillare di sostituzione delle tubature obsolete”.

I parcheggi

“Mi sta particolarmente a cuore che finalmente si possa partire con la sistemazione di quelli noti come i due Buchi, il Buco di via Belvedere e il Buco di via IV Novembre. In via Belvedere abbiamo sbloccato una situazione di empasse e abbiamo la licenza edilizia pronta nel cassetto, in attesa che venga ritirata da chi è interessato dietro fidejussione di oltre 600mila euro. In via IV Novembre, dove ora c’è un parcheggio un po’ polveroso, non dimentichiamoci che c’era un grande stagno affollato di rane, ma ora ci sono ottime speranze che si possa completare l’opera nei prossimi mesi”.

Il PUC

“In questi giorni inizieremo le assemblee per il nuovo Piano Urbanistico Comunale: sarà un PUC semplificato, che non prevedrà volumetrie nuove ma una riqualificazione dell’esistente. Per questo speriamo di portarlo a conclusione prima della scadenza del mandato”.

Il futuro

Giuseppe Niccoli ha ancora un mandato da giocarsi: “Ma non lo farò – ci annuncia – per sopraggiunti limiti di età. Al termine di questo mandato avrò 73 anni, inoltre ho già amministrato per due mandati consecutivi nello scorso millennio. A questo punto, dopo vent’anni, c’è bisogno di rinnovare la classe dirigente e di fare largo ai giovani. Parlo a titolo personale ma so che questa scelta sarà condivisa anche da altri ‘vecchi nomi’ dell’amministrazione in carica. L’obiettivo è quello di una squadra tutta dall’età media bassa, magari con qualche giovanissimo, under 25, che inizi a imparare che cosa vuol dire amministrare un comune”.

Ai tempi del Pentapartito e del PCI si diceva che esistesse una “scuola politica”, una sorta di “vivaio” nel quale gli statisti di domani venivano allevati fin da giovani. Chiediamo a Niccoli che cosa ne pensa: “Semplicemente non c’è più. La politica mi appassiona, ho le mie idee e le esprimo democraticamente attraverso il voto, ma ci tengo a precisare che io non ho mai fatto politica, ho sempre fatto amministrazione, che è una cosa ben diversa. Le liste di cui ho fatto parte erano tutte civiche (mi piace definirle ‘civili’, ancor più che civiche) e a largo raggio, nel senso che raccoglievano al loro interno vari esponenti di un vasto arco parlamentare, dalla destra alla sinistra, in quel contesto uniti dal solo desiderio di fare qualcosa per il bene del paese”.

Il sindaco uscente conclude con una considerazione sulla prossima campagna elettorale: “Come è successo altre volte, c’è chi parte da troppo lontano e arriva in affanno al traguardo. Noi per ora non abbiamo fatto riunioni, ma chi vorrà collaborare con noi sarà ben accetto. Alla fine sono fiero di ciò che ho fatto: la nostra amministrazione ha portato nelle casse contributi ingenti, regionali ed europei, compreso quello enorme, da circa 10 milioni di euro, che ha permesso di pagare ai privati di via Belvedere i danni scaturiti dal disastro seguito alla cattiva modifica del progetto per la costruzione dei box. Certo, al di là delle critiche avute in questi anni, molte delle quali a volte pretestuose, ci consideriamo soddisfatti, seppur consapevoli che si può sempre migliorare. Ma del resto chi fa può anche sbagliare, mentre chi non fa non sbaglia, ma di certo non lascerà memoria del suo passaggio nella storia”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium