/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 19 settembre 2018, 15:28

Degrado a Savona, il bilancio del sindaco Caprioglio: "Siamo stati rassicurati dal Prefetto"

Le statistiche presentano criminalità in calo. Al via incontri con la popolazione per attivare gruppi di Controllo del Vicinato

Degrado a Savona, il bilancio del sindaco Caprioglio: "Siamo stati rassicurati dal Prefetto"

Tavolo tecnico, questa mattina, in Prefettura, per tracciare un bilancio sulla situazione di degrado che sta attanagliando alcune zone savonesi, come piazza delle Nazioni e il quartiere di Santa Rita (leggi QUI).

Commenta il sindaco Ilaria Caprioglio: "La riunione è andata bene. Si trattava di un incontro fissato da tempo e avevo chiesto al prefetto alcuni giorni fa di aggiungere tra i punti da prendere in esame anche la questione della sicurezza in generale a Savona e in particolare a Santa Rita".

Prosegue Caprioglio: "Abbiamo avuto rassicurazioni da questo tavolo tecnico: la criminalità risulta in calo e i servizi di controllo stanno proseguendo. Inoltre come novità è stato introdotto il Protocollo del Controllo del Vicinato che noi abbiamo già attivato a Madonna del Monte tra amministrazione comunale e cittadini e che invece, in questo caso, rientrerà in una bozza a livello provinciale con firma del Prefetto, del sindaco e dei rappresentanti della cittadinanza. Tutto ciò ha già passato il visto del ministero, dalla prossima settimana avvieremo incontri nei quartieri e in Sala Rossa".

"Il progetto Helena di efficientamento energetico varato dalla provincia, inoltre, prevede la sostituzione di tutti i corpi illuminanti della città e l'adozione dei più potenti sistemi a Led. Noi fra i 'desiderata' abbiamo chiesto anche l'adozione di telecamere, ed il bando partirà entro fine anno per non perdere il finanziamento europeo".

Infine è stata fornita una telecamera mobile in comodato d'uso gratuito in funzione da oggi, che sarà posizionata in un luogo che non sveleremo", conclude il primo cittadino savonese, che ricorda anche la possibilità di un protocollo pubblico/privato per coloro che nei condomini vogliono installare videocamere con obiettivo su aree pubbliche, utilizzabili anche dalla polizia municipale.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium