/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 24 settembre 2018, 11:04

Cisano, riaperto il ponte della Beguda. Il sindaco Niero: "Abbiamo quasi terminato tutte le opere relative all'alluvione del 2016"

Prosegue il primo cittadino: "Per noi questo è uno snodo fondamentale collega le frazioni di Martinetto Cenesi e Conscente al paese"

Cisano, riaperto il ponte della Beguda. Il sindaco Niero: "Abbiamo quasi terminato tutte le opere relative all'alluvione del 2016"

 

È stato riaperto a tempi record il ponte della Beguda a Cisano sul Neva, importante collegamento per la frazione di Conscente, Martinetto e Cenesi.

A due anni dall’alluvione che ha devastato il ponente ligure ed in particolare il comune dell’immediato entroterra ingauno quasi tutti i lavori sono stati completati (si sta ancora lavorando sulla piazza di Martinetto) grazie anche all’immediato intervento dell’amministrazione comunale che, sin dal primo istante ha lavorato per risollevare il paese dai danni subiti.

Spiega il sindaco Massimo Niero: “Siamo riusciti grazie al lavoro dell’ufficio tecnico, del progettista e dell’impresa che ci ha dato una grossa mano mettendoci a disposizione 8 operai che hanno lavorato intensamente per riaprire il ponte alla viabilità nel giro di 10 giorni. Per noi questo è uno snodo fondamentale collega le frazioni di Martinetto Cenesi e Conscente al paese. Mancano ancora alcune opere. Dobbiamo dipingere le opere in ferro e pulire le pietre del ponte del 1830. La parte nuova verrà poi dipinta con un colore che andrà a richiamare la tipica pietra di Cisano con una fascia di pietre grigie a dividere e mantenere separate la parte nuova e quella vecchia così come è stato indicato dalla Sovrintendenza”.

"L’opera è venuta molto bene sia dal punto di vista estetico che pratico siamo riusciti ad abbassare di mezzo metro il corso del fiume e mettere in sicurezza il quartiere della Beguda. È un’opera importante che siamo riusciti a fare in concerto con la Sovrintendenza dato il vincolo puntuale sul ponte. Quest’opera è epicentrica ed è un punto di riferimento per Cisano anche dal punto di vista monumentale essendo uno dei tre ponti del nostro comune". 

Attenzione anche alla pulizia dei rii da parte del comune di Cisano sul Neva che dopo quanto avvenuto nel novembre 2016 ha, ancor più, investito in prevenzione e sicurezza.

Afferma Niero: "Abbiamo eseguito molti interventi di pulizia rii e alveo. Il primo anno dopo l’alluvione abbiamo investito circo 90 mila euro e gli anni successivi tra i 25 e i 30 mila euro per la pulizia dei rii e dei fossi. Abbiamo sempre cercato di mantenere alto anche il livello di pulizia di strade e cunette per far defluire bene l’acqua in caso di forti piogge". 

Conclude il primo cittadino: "Siamo contenti perché abbiamo finito il ciclo delle opere post alluvione per circa 700 mila euro di lavori e questa è la penultima opera. Dobbiamo definire ancora un paio di dettagli sulla piazza di Martinetto a breve avremo l’incontro con i tecnici dell’idrogeologico per verificare tutte le situazioni e terminare i lavori resi necessari a seguito dell’alluvione del novembre 2016. in 1 anno  e 8 mesi abbiamo finito tutte le opere relative ai danni alluvionali e per questo siamo molto orgogliosi e contenti di avere dato risposte veloci e concrete ai nostri concittadini".

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore