/ Coldiretti Informa

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Coldiretti Informa | giovedì 27 settembre 2018, 08:52

Coldiretti, partecipato incontro per la festa regionale di Federpensionati Liguria

Il Presidente di Federpensionati Liguria Romaggi: "E’ stato un momento importante di riflessione e di confronto"

Coldiretti, partecipato incontro per la festa regionale di Federpensionati Liguria

 

Si sono dati appuntamento nel piccolo porticciolo di Lerici oltre 100 pensionati agricoltori e pescatori, provenienti dalle quattro province liguri, riuniti per la Giornata Regionale dei Pensionati Coldiretti, dove, oltre a celebrare la figura capostipite vivente della società, sono state affrontate le tematiche legate al mondo degli anziani.

I pensionati sono stati accolti dal Presidente di Federpensionati Liguria Angela Romaggi, dal Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri, dal Delegato Confederale Brun​o Rivarossa e da tutti gli Organi Sindacali di Coldiretti Liguria. La giornata di festeggiamenti si è aperta con la Santa Messa celebrata presso la chiesa parrocchiale di Lerici, proseguendo poi in modo conviviale presso il ristorante Ciccillo a Mare, dove il pescato locale di stagione è stato il vero protagonista. La ricorrenza si è conclusa infine con la visita al museo della Mitilicoltura al Castello di Lerici, dove il curatore del Museo e Presidente dei Pensionati Coldiretti di La Spezia Angelo Majoli  ha mostrato la tradizione dell’antico mestiere del mitilicoltore, raccontato attraverso le sale che racchiudono gli attrezzi ed i segreti della “gente di mare”.

“E’ stato un momento importante di riflessione e di confronto – afferma la Presidente di Federpensionati Liguria Angela Romaggi – ma anche una giornata di festa che, come ogni anno, ci permette di celebrare i nostri pensionati ed il loro costante impegno che riservano ancora nel lavoro. I coltivatori, che siano di mare o di terra, non vanno mai veramente in pensione, ma rimangono attivi e coinvolti nell'azienda di famiglia e si fanno portatori, nei confronti delle nuove generazioni, di valori fondamentali e tradizioni antiche, diventando un punto di riferimento importante per la famiglia, per il buon funzionamento delle imprese del territorio e per la nostra Associazione. I pensionati coltivatori diretti che noi rappresentiamo sono 16.509 e a loro va il nostro costante impegno”.  

“Nella nostra Regione – spiegano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa -  è convenzione ormai superata far coincidere l’inizio della terza età con i 65 anni: numerosi sono i nostri anziani che continuano, dopo la pensione, ad essere attivi e produttivi, soprattutto nelle campagne. Di recente la Liguria è stata battezzata come la regione più “Vecchia d’Italia” con il numero di persone, sopra i 64 anni che ha raggiunto, nel 2017, il 44% della popolazione.  Ma mentre il tasso di natalità è rimasto mediamente invariato, l’unica spiegazione plausibile è che nei nostri territori si vive bene e i nostri anziani, sono una grandissima risorsa sia per il ruolo che svolgono nella società,  sia per il fatto di essere una fonte inesauribile di storia e tradizione locale, e perché costituiscono un grande esempio per i nostri giovani imprenditori. La nuova agricoltura, che concilia innovazione e tradizione, non può rinunciare ad un così prezioso patrimonio: come nessun albero può crescere senza le proprie radici, allo stesso modo noi non possiamo fare a meno di queste grandi persone, che supportano le nuove generazioni con la loro conoscenza ed esperienza di vita”.

c.s.

"L'Europa che c'è. L'Europa che verrà."

Il dibattito in diretta sul nostro quotidiano. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore