/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 27 settembre 2018, 18:08

Piccoli Prestiti: anche lo smartphone si paga a rate

Esistono dei piccoli prestiti per pagare lo smartphone a rate? Può essere una soluzione conveniente? Proviamo a scoprirlo

Piccoli Prestiti: anche lo smartphone si paga a rate

Esistono dei piccoli prestiti per pagare lo smartphone a rate? Può essere una soluzione conveniente? Proviamo a scoprirlo. Ormai sono tante le persone che sentono l'esigenza di cambiare lo smartphone non troppo spesso, in modo da vere sempre a disposizione un modello aggiornatissimo e con tutte le novità tecnologiche (effettivamente parliamo di un settore in cui i prodotti diventano obsoleti abbastanza in fretta); c'è per un piccolo ma grande problema: i dispositivi delle marche più note e quelli con le migliori caratteristiche spesso hanno dei prezzi davvero alti e il pagamento del loro prezzo in un botta sola non è sempre possibile. E qui entrano in gioco i protagonisti di questo articolo, ovvero i finanziamenti per pagare lo smartphone a rate, ossia quei piccoli prestiti sotto i 5 mila euro che vengono emessi per finanziare l’acquisto di prodotti e servizi.

 

Prendere un dispositivo a rate con gli operatori di telefonia mobile

I vari operatori come Wind, Tre, Tim e Vodafone mettono a disposizione dei loro clienti la possibilità di abbinare un nuovo smartphone al loro abbonamento. Questa opportunità, che di solito è riservata a chi sceglie di pagare con carta di credito, può sembrare un'ottima occasione per avere a disposizione un dispositivo di ultima generazione senza doversi sobbarcare la spesa di un acquisto con pagamento immediato, però ci sono un paio di fattori da considerare: innanzi tutto bisogna valutare bene a quanto ammonta l'importo della rata mensile (di norma chi compra uno smartphone con questa modalità rimane vincolato per trenta mesi, quindi è necessario informarsi bene sulle conseguenze che potrebbe portare un'eventuale estinzione anticipata dell'abbonamento) e poi non ci si deve dimenticare che per molti modelli si deve anche pagare un anticipo nel momento in cui si sottoscrive l'offerta, e questa somma può essere anche abbastanza alta nel caso in cui si voglia prendere un dispositivo top di gamma.

 

I vantaggi dei piccoli prestiti per finanziare lo smartphone

Chi crede che questi aspetti non rendano particolarmente conveniente questa soluzione oppure non possiede una carta di credito può trovare interessanti i piccoli prestiti da meno di 5 mila euro utili per pagare lo smartphone a rate. Finanziamenti di questo tipo si possono sottoscrivere direttamente presso i punti vendita delle catene di elettronica più famose o presso i negozi più rinomati. In alcuni casi vengono lanciate delle promozioni che prevedono il tasso zero su questi prestiti, rendendo l'affare ancora più interessante. Scegliere un prestito finalizzato di questo tipo permette di dilazionare il pagamento dello smartphone evitando costosi anticipi e soprattutto svincolando il cliente dall'obbligo di sottoscrivere un determinato abbonamento o una certa tariffa telefonica. Per poter ottenere un finanziamento per l'acquisto di un telefono servono alcuni requisiti (normalmente bastano la residenza in Italia e l'avere un reddito dimostrabile) e documenti (documento di identità, codice fiscale, documento di attestazione del reddito).

 

Le banche e le società finanziarie che erogano piccoli prestiti per pagare lo smartphone a rate sono davvero tante: è possibile andare sui loro siti per scoprire la soluzione più conveniente o adatta per le proprie esigenze confrontando le varie condizioni e i tassi Tan e Taeg applicati. Una volta individuato il finanziamento ideale è possibile controllare quali sono gli esercizi commerciali convenzionati dove sarà possibile richiederlo per acquistare, finalmente, il tanto desiderato smartphone di ultima generazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium