/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 10 ottobre 2018, 17:12

Savona, accolto il ricorso al Tar di Monaco Marine: fumata grigia sul futuro dell'ex cantiere Mondomarine

Paparusso, Uil: "Aspettiamo l'11-12 ottobre, al mattino si riunisce la commissione interna dell'Autorità portuale che dovrà decidere a chi concedere la concessione rispettando i requisiti del bando. O Rodriguez, o Monaco Marine, o Palumbo chi vince non ci interessa l'importante sono sempre i dipendenti e a rimetterci sono solo loro"

Savona, accolto il ricorso al Tar di Monaco Marine: fumata grigia sul futuro dell'ex cantiere Mondomarine

Fumata grigia per il futuro dei lavoratori e dell'ex azienda Mondomarine. Quando tutto sembrava avviarsi verso il probabile affidamento della concessione  a Palumbo Savona Superyachts, al quale era già stata affidata l'azienda e che impiega tuttora 20 dipendenti, il Tar ha accolto il ricorso dei francesi di Monaco Marina e annulla così l'atto emesso dall'Autorità di Sistema Portuale.

I punti interrogativi sono tanti sia per posti di lavoro che per i futuri concessionari. L'azienda della nautica francese lo scorso fine febbraio si era opposta tramite ricorso all'assegnazione della concessione temporanea ad un soggetto fallito cioè Mondomarine il quale aveva affittato l'azienda a Palumbo. 

"Aspettiamo l'11-12 ottobre, al mattino si riunisce la commissione interna dell'Autorità portuale che dovrà decidere a chi concedere la concessione rispettando i requisiti del bando (massima occupazione, un piano di impresa che guardi al futuro e quindi la continuità). O Rodriguez, o Monaco Marine, o Palumbo chi vince non ci interessa l'importante sono sempre i dipendenti e a rimetterci sono solo loro. I lavoratori sono senza reddito e non ce la fanno più, siamo stufi anche noi. Entro la metà di questo mese il procedimento deve essere concluso, se non si verificasse tutto ciò metteremo in campo iniziative importanti" dice Franco Paparusso, Uil.

"Le aspettative sono alte e le previsioni circa la produzione sono buone: gli ordini arrivano, una barca è già in costruzione e c'è aria di ripartenza. Ma la situazione è complicata dal fatto che sulla gara di appalto (conclusa il 20 giugno) pende un ricorso da parte dei cantieri francesi Rodriguez e MonacoMarine, che contestano alla Port Authority di aver previsto tempi troppo ristretti per la predisposizione delle offerte. Un altro ricorso era stato in precedenza presentato da MonacoMarine contro l’affidamento della concessione temporanea a MondoMarine, già in stato prefallimentare. Per entrambe le cause il TAR aveva negato la sospensiva d’urgenza, rimandando all’autunno la decisione sostanziale" aveva spiegato qualche giorno fa Luca Valente, già RSU Mondomarine e attualmente dipendente della Palumbo.

Parole che lasciavano presagire comunque a spiragli importanti, spenti probabilmente dalla notizia occorsa ieri. 20 lavoratori oltre ai 27 ex dipendenti,  quindi ritornano ad essere sulla graticola dopo mesi già di difficoltà estrema.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium