/ Savona

Savona | giovedì 11 ottobre 2018, 13:37

Allerta prolungata in Liguria: "Sarà un pomeriggio lungo"

Il punto di Toti nella sede della Protezione Civile: "Su Genova non c'è invece per ora nessuna segnalazione, né sul torrente Polcevera che viene monitorato costantemente, né sul torrente Bisagno"

Allerta prolungata in Liguria: "Sarà un pomeriggio lungo"

"Siamo a metà dell'emergenza e sarà un pomeriggio lungo: non escludiamo di prolungare l'allerta meteo". Così il governatore regionale Giovanni Toti nella sede della Protezione Civile, a Genova, per fare il punto sul meteo e sulle previsione delle prossime ore in Liguria. "Quanto previsto è stato sostanzialmente confermato. Le preoccupazioni maggiori riguardano al momento la Val Bormida ed il Savonese, in particolare il torrente Letimbro. Ci sono stati piccoli allagamenti e frane in Val Bormida e qualche allagamento in città a Savona. Su Genova non c'è invece per ora nessuna segnalazione, né sul torrente Polcevera che viene monitorato costantemente, né sul torrente Bisagno", ha spiegato il presidente regionale. 

 

Sorvegliato speciale in queste ore resta il ponente ligure. L'assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone commenta: "Si tratta di una situazione che va sicuramente monitorata. Stiamo parlando di 90 millimetri di pioggia caduta nell'ultima ora. Un dato significato in particolare per i territori dell'entroterra già colpiti nel 2016 da uno stato di emergenza significativo". 

"Al momento abbiamo rilevato alcuni smottamenti dentro i limiti di criticità di questa tipologia di allerta - conclude Giampedrone - nelle prossime ore continueremo a monitorare la situazione perché potrebbe evolversi. Ai cittadini di Savona dico che la perturbazione potrebbe perdurare ancora qualche ora e quindi di prestare massima allerta".

Secondo quanto attestato da Arpal alle 12,30, "durante la notte la Liguria è stata interessata da un'intensa perturbazione con precipitazioni diffuse in particolare sul Ponente della regione, dove le correnti da Sud-Est hanno concentrato l'umidità specialmente a ridosso dei rilievi. Dopo una prima fase temporalesca (Le Manie – Finale 61 mm/1h), le precipitazioni sono state a carattere diffuso, con una linea di convergenza che a partire dalle 10 di questa mattina si è fermata sull’entroterra savonese: qui le intensità orarie più forti (Santuario di Savona 81 mm, Lavagnola 69.8, Colle del Melogno 68.2, Colle di Cadibona 58.6, Alpicella 57, Montenotte Inferiore 54.8, Castelvecchio di Rocca Berbena 52.6). A seguito di queste piogge si sono innalzati i bacini maggiormente interessati, in particolare Letimbro, Sansobbia, Bormida, Centa, Neva, Pogli e Arroscia. Molto elevate le cumulate complessive dell’evento, che alle 12.45 sono: Colle del Melogno 277 (SV), Monte Settepani (SV) 242, Ranzo (IM) 224, Mallare (SV) 193, Colle di Nava (IM) 188, Santuario di Savona (SV) 170".

Ecco, dunque, l’avviso meteorologico emesso per la giornata di oggi e per le due successive con i fenomeni previsti:

OGGI, GIOVEDI 11 OTTOBRE: Precipitazioni diffuse di intensità fino a forte su ABD con cumulate elevate, fino a moderate su CE con cumulate anche significative. Condizioni di instabilità mantengono un'alta probabilità di rovesci o temporali forti, organizzati e localmente persistenti. Fino a metà giornata venti forti da Sud-Est su C e sulla parte centro-orientale di B; segue un progressivo ingresso venti da Nord, fino a forti anche rafficati su AB. Mare molto mosso su A e sulla parte occidentale di B.

DOMANI, VENERDI 12 OTTOBRE: Nelle prime ore della giornata possibili locali fenomeni precipitativi residui, anche a carattere di rovescio al più moderato, più probabili su BCE. Venti settentrionali fino a forti su AB in rapida attenuazione in mattinata.

DOPODOMANI, SABATO 13 OTTOBRE: Venti da Nord, Nord-Est fino a moderati con locali rinforzi intorno ai 40-50 km/h a Ponente.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore