/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 18 ottobre 2018, 11:24

Niente mensa per i morosi a Cairo. CGIL e FLC: "Si colpiscono i bambini senza colpa"

"La Giunta Comunale di Cairo Montenotte dovrebbe affrontare tali situazioni senza colpire i soggetti più deboli"

Niente mensa per i morosi a Cairo. CGIL e FLC: "Si colpiscono i bambini senza colpa"

La CGIL e la FLC (Federazione Lavoratori Conoscenza) di Savona, manifestano tutta la loro contrarietà nell’apprendere dagli organi di stampa che l’Amministrazione Comunale di Cairo Montenotte ha adottato una delibera che prevede per i bambini figli di genitori che non pagano il ticket l’esclusione dal pasto in mensa.

Spiegano: "Dalle informazioni pervenute si desume che la sospensione del servizio avverrà dopo il secondo sollecito in caso di mancato pagamento.E’ evidente che la sospensione del servizio mensa colpirà dei bambini ai quali non può essere imputata una colpa per l’eventuale morosità dei genitori."

Continuano: "Si resta a dir poco stupefatti nel leggere dichiarazioni di esponenti del Comune di Cairo che ritengono di poter “dotare il bambino di pranzo o panino da casa, che sarà consumato con gli altri nel refettorio delle varie scuole, senza alcuna forma di accanimento o ghettizzazione”; tutto questo appare assolutamente vergognoso. La Giunta Comunale di Cairo Montenotte dovrebbe affrontare tali situazioni senza colpire i soggetti più deboli."

"Che il Comune di Cairo Montenotte minacci di non erogare il pasto a dei bambini è la dimostrazione di una Amministrazione che non guarda alle condizioni di disagio, considerato che seppur con bilanci sempre più scarsi non riesce ad assicurare le giuste priorità.- concludono - La CGIL e la FLC di Savona sottolineano che la Scuola dovrebbe essere sempre il luogo dell’inclusione, dell’eguaglianza e delle opportunità e nel rispetto dei diritti dei bambini coinvolti, loro malgrado, devono essere individuate soluzioni e modalità non discriminanti e non in violazione dei più elementari diritti di inclusione e protezione che la Costituzione Italiana riconosce all’infanzia, specie se in condizioni di disagio e di povertà."

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium