/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 22 ottobre 2018, 12:15

Albisola, i cittadini lamentano le nuove modalità di esposizione del rifiuto organico, sindaco Orsi: "Abbiamo ridotto del 3% la tariffa, non vedo dove sia la polemica"

Mastelle e sacchetti biodegradabili o in carta hanno sostituito i classici sacchetti per l'umido. Il primo cittadino: "Le mastelle diventano obbligatorie nel 2020". Toso (Pd): "Bisogna fare uno studio curato nei minimi dettagli".

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Da qualche mese è in vigore ad Albisola Superiore l'obbligo dell'utilizzo della mastella per la raccolta del rifiuto organico con l'utilizzo, a spese degli albisolesi, dei sacchetti biodegradabili o sacchetti in carta, i quali dovranno essere inseriti all'interno del contenitore domestico di colore marrone che dovrà essere esposto seguendo le giornate indicate nel calendario di raccolta (martedì, venerdì e domenica.

Non saranno più utilizzabili quindi i classici sacchetti di colore marrone dell'umido e al momento del ritiro, i molti albisolesi, a cui è stato consegnato il vademecum della differenziata, non al corrente della novità, sono rimasti parecchio sorpresi e stizziti. E lamentano, secondo segnalazioni, che oltre al pagamento delle tasse per i rifiuti è stato aggiunto anche il costo dei nuovi sacchetti e tre volte alla settimana è obbligatorio esporre la mastella e poi ritirarla in casa, con evidenti difficoltà per gli anziani che inoltre non sanno dove comprare i sacchetti biodegradabili.

Il sindaco Franco Orsi ha voluto specificare alcuni dettagli sulla questione: "La mastella diventa obbligatoria nel 2020 nel piano provinciale dei rifiuti e non si tratta di una novità in quanto l'abbiamo inserita a maggio. Per 8 mesi abbiamo svolto un referendum in una zona del paese e abbiamo consegnato a 500 utenze le mastelle. Ci siamo resi conto che il sacchetto di carta è inutile e abbiamo smesso di darlo, si può mettere il vecchio sacchetto dell'umido o un normale sacchetto che ti danno al supermercato".

"C'è stata una riduzione del 3% della tariffe che sono tra le più basse della provincia di Savona, stanno per uscire i dati e siamo i più forti in Liguria sopra i 10mila abitanti, con un gradimento della popolazione sopra il 75%. Mi aspettavo questi attacchi giusto perché siamo vicini alle elezioni" conclude il primo cittadino albisolese.

“Il sistema della raccolta differenziata ha bisogno assolutamente di migliorie, bisogna fare uno studio sul territorio per diversificare le zone, i cassonetti condominiali ad esempio sono inseriti nel regolamento comunale ma di fatto pochi lo sanno, c’è necessità di un’isola di conferimento come nei comuni limitrofi. Bisogna fare uno studio curato nei minimi dettagli, quando c’è vento anche le stesse mastelle vengono ritrovate per strada” spiega il segretario cittadino del Partito Democratico Andrea Toso. 

Venerdì alle 21.00 nella Sala degli Alpini di Albisola Superiore si svolgerà un’incontro che si concentrerà anche sul metodo di conferimento dei rifiuti prestando attenzione alle metodologie messe in campo dai comuni vicini.

 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore