/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 30 ottobre 2018, 09:53

Albissola Marina in ginocchio dopo la mareggiata, il sindaco Nasuti: "Una nottata che non è mai finita" (FOTO e VIDEO)

Danni e disagi anche ad Albisola Superiore. Il primo cittadino di Marina sullo stato di calamità: "Doveroso, spero che per una volta i provvedimenti degli organismi superiori arrivino prima di quelli dei sindaci perché ne abbiamo bisogno".

Albissola Marina in ginocchio dopo la mareggiata, il sindaco Nasuti: "Una nottata che non è mai finita" (FOTO e VIDEO)

Un giovane che chiede al sindaco Gianluca Nasuti di poter dare una mano. Questa è una delle pochissime belle immagini in una cornice quella di Albissola Marina, in ginocchio dopo la terribile nottata di vento e mareggiata.

Sulla passeggiata degli Artisti è un cimitero di sabbia, fango, legname, per non parlare dell’Aurelia completamente sommersa questa notte dal mare.

Da lì la decisione del primo cittadino di chiuderla al transito veicolare consentendo il passaggio verso Savona solo attraverso il centro storico, stessa cosa per chi proviene dal capoluogo di provincia.

"Una nottata che non è mai finita - le parole del sindaco di Albissola Marina, Gianluca Nasuti - si prova a ripartire: non possiamo fare altro per tanti motivi. Primo perché le condizioni meteo che si preannunciano sono di nuovo difficile e quindi bisogna sbrigarsi, secondo perché comunque questo luogo non può restare così a lungo. Siamo tutti mobilitati, stiamo facendo il massimo possibile. L'unica che ritarda un po' è Anas, perché qui è lei che deve pulire: speriamo che si sbrighino. È stata una notte complicata, una mareggiata mai vista".

Non solo la mareggiata ha creato disagi, infatti la protezione civile albisolese è intervenuta per la caduta degli alberi in via XXV Aprile e in via Pittalodola.

"Il mare ha fatto danni grossi - ha proseguito Nasuti - oltretutto la passeggiata degli artisti non può essere ripulita con mezzi meccanici, ma sarà ripulita a mano: sarà uno sforzo ancor più grande. Poi gli alberi che sono caduti con la tromba d'aria di ieri pomeriggio, con la protezione civile è intervenuta prontamente. Lo stato di calamità? Doveroso, spero che per una volta i provvedimenti degli organismi superiori arrivino prima di quelli dei sindaci perché ne abbiamo bisogno".

L’immagine più particolare e drammatica di queste terribili giornate si può avvistare nei pressi dello stabilimento Colombo dove la boa del porto di Savona sta galleggiando in mare.

Danni e disagi, come testimoniato da alcune fotografie nella gallery e dalla nostra diretta, anche ad Albisola Superiore.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium