/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 31 ottobre 2018, 14:32

Vertice Prefettura sui danni del maltempo, presidente Toti: "Firmata ordinanza per richiesta stato di calamità" (FOTO e VIDEO)

Il Governatore ligure nel vertice con il prefetto e i sindaci non parla di cifre ma secondo le prime fonti potrebbero essere circa 200 i milioni necessari per sistemare tutte le criticità nel savonese

Vertice Prefettura sui danni del maltempo, presidente Toti: "Firmata ordinanza per richiesta stato di calamità" (FOTO e VIDEO)

Un sopralluogo al porto di Savona e uno nel primo pomeriggio a Laigueglia ed Alassio, non prima prima però di un vertice di un Prefettura con i sindaci della provincia per discutere dei danni che ha causato la pioggia, la mareggiata e il vento di questi giorni. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti insieme all’assessore alla protezione civile Giacomo Raul Giampedrone sono stati accolti dal Prefetto Antonio Cananà che ha illustrato in apertura tutte le criticità territoriali al fianco della presidente uscente della Provincia Monica Giuliano.

Il tema della richiesta di calamità naturale è al centro, il Governatore ligure non parla di cifre ma secondo le prime fonti potrebbero essere circa 200 i milioni necessari per sistemare tutte le criticità.

“L’ordinanza di protezione civile con la dichiarazione di stato d’emergenza passerà in Consiglio dei Ministri, noi l’abbiamo firmata ieri sera, ufficializzata in Giunta questa mattina e trasmessa a Roma. Il capo della Protezione Civile ha già chiari i termini della questione avendo con noi sorvolato le zone più colpite e avendo fatto un punto insieme a noi, sarà comunque questione di ore o di giorni”.

“Non ci sono frazioni isolate come  segnalato dai sindaci - continua Toti - ci sono problemi alla mobilità tra Noli e Finale, i danni sono ingenti al porto di Savona, ma si sta tornando lentamente alla normalità, le infrastrutture, dai treni, all’energia elettrica fino alle strade, teniamo comunque alta l’attenzione.

Non c’è una stima dei danni in Liguria, abbiamo una stima dei danni importanti per le somme urgenze e il ripristino delle condizioni di vita che si aggira intorno ai 10-15 milioni di euro, lavori che finanzieremo a comuni e regioni per strade, acquedotti, utenze elettriche e sanitarie, quelle che sono le emergenze vere e proprie.

La stima dei danni su cui le aziende possono già cominciare a scaricare i moduli dai siti della Regione, sia dello sviluppo economico che dell’agricoltura avverrà nei prossimi mesi con la fase due di protezione civile”.

“È una situazione molto critica, sarà un lavoro molto duro e dovremo avere le risorse per affrontare le prime emergenze. Situazione devastante non è escluso nessuno da ponente a levante, una mareggiata e un quantitativo di pioggia non aspettabile, vedremo nelle prossime settimane come affrontare l’emergenza” continua l’assessore Giampedrone.

Al termine dell’incontro si è svolto un sopralluogo al porto di Savona tra Toti e il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Paolo Emilio Signorini per discutere del doppio incendio alla palazzina e nella zona dello stoccaggio auto dove hanno preso fuoco circa 1000 auto. Purtroppo per i cronisti presenti al varco non è stata data la possibilità di ricevere informazioni su quanto è stato discusso.

La diretta della conferenza stampa:

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium