/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 08 novembre 2018, 11:59

Consiglio comunale di Ceriale: approvato ordine del giorno sul raddoppio ferroviario

Il sindaco Romano: "Progetto essenziale per il nostro territorio"

Consiglio comunale di Ceriale: approvato ordine del giorno sul raddoppio ferroviario

 

E’ stato approvato all’unanimità in Consiglio comunale a Ceriale l’ordine del giorno riguardante il progetto del raddoppio ferroviario nella tratta Genova-Ventimiglia, sul quale non sono mancate polemiche in questi giorni dopo l’intervento del WWF e di Assoutenti che hanno criticato ogni ipotesi di spostamento a monte della linea ferroviaria.

“L’ordine del giorno – ha ricordato il sindaco in Consiglio comunale – era semplicemente di dare mandato al sindaco di farsi portavoce a tutti i livelli sulla necessità del raddoppio ferroviario: ricordo che lo spostamento a monte è altra cosa, seppur funzionale, rispetto all’ipotesi in discussione che riguarda il raddoppio della tratta Andora-Finale”.

“Certamente sono due aspetti collegati, tuttavia è stato rilevato come per alcune stazioni ferroviarie il raddoppio della tratta sarebbe tecnicamente difficile: per questo si è parlato dello spostamento a monte” ha precisato durante la seduta del parlamentino cerialese il primo cittadino.

“L’ordine del giorno presentato in Consiglio vuole semplicemente dare forza alla necessità di risolvere il problema del raddoppio ferroviario, non è l’approvazione di alcun progetto”.

“Inoltre, da parte dell’amministrazione comunale c’è massima apertura e dialogo con tutte le associazioni: proprio ieri ho incontrato una rappresentanza del comitato dei pendolari e abbiamo avuto un informale scambio di idee sulla  questione, così come della situazione della stazione cerialese” conclude il sindaco Romano.

 

Comunicato stampa

"L'Europa che c'è. L'Europa che verrà."

Il dibattito in diretta sul nostro quotidiano. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore