/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 10 novembre 2018, 13:06

Weekend nel nome della sicurezza: nei comprensori tra Alassio e Andora oltre 200 persone controllate dai carabinieri

Tra i reati riscontrati si spazia dalla guida in stato di ebrezza alla detenzione di droghe, fino all'espulsione di stranieri irregolari sul territorio nazionale

Weekend nel nome della sicurezza: nei comprensori tra Alassio e Andora oltre 200 persone controllate dai carabinieri

Anche in questo week end è in corso un servizio di controllo del territorio da parte di tutti i comandi dipendenti della Compagnia di Alassio, con il fattivo e rilevante supporto del personale del 15 NEC e il nucleo cinofili di Villanova d’Albenga, che operano io stretta sinergia e coordinamento con le pattuglie dispiegate nelle rispettive zone di competenza territoriale.

Posti di controllo nei punti nevralgici del territorio , una continua vigilanza nei pressi dei centri commerciali, del centro cittadino, delle stazioni ferroviarie, dei porti di Alassio e Andora, controllo alla circolazione stradale in chiave di prevenzione, tutela e sicurezza degli utenti della strada,  controlli dei casolari abbandonati e dei luoghi di aggregazione giovanile, sono al centro del dispositivo operativo che sta monitorando il territorio in funzione preventiva e repressiva.

Per il momento sono 200 le persone identificate, 150 mezzi controllati, cinque dei quali sequestrati per mancanza di copertura assicurativa, due patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e guida pericolosa, 2 persone segnalate alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti poiché trovati in possesso di grammi 5 di hashish e marijuana, 8 persone denunciate, cinque dei quali stranieri. 

Nello specifico: due  giovani torinesi nei confronti dei quali sono emersi gravi indizi di reato per il furto di ciclomotore sottratto pochi giorni fa a Laigueglia; le indagini dell’aliquota radiomobile hanno fatto emergere le loro responsabilità in merito alla sottrazione del ciclomotore.

Sempre un cittadino piemontese che scorrazzava sull’Aurelia Bis, creando panico agli altri mezzi della strada che circolavano, a bordo del suo motociclo è risultato positivo all'esame alcolemico, di conseguenza è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e ritirata la patente. Quattro stranieri , in atteggiamento sospetto nei pressi delle locali stazioni delle ferrovie, sono stati identificati e controllati successivamente: sul loro conto pendevano quattro provvedimenti di espulsione dal Territorio dello Stato Italiano.

La violazione all’ordine di lasciare l’Italia è costata per i 4 una denuncia per violazione della legge sull’immigrazione clandestina. Un Cittadino del Marocco, invece, è stato controllato a bordo della sua auto ad Andora. L’esame oculato da parte dei militari della radiomobile ha consentito di rilevare la falsità dei documenti di identità in possesso. Denunciato per falsità materiale.

Il presidio di controllo continua nelle prossime ore e nella fascia notturna sarà integrato con personale in borghese, che sarà di supporto alle pattuglie in circuito. I cittadini al minimo sospetto, dubbio, , incertezza sull’eventuale presenza di persone e mezzi che destano perplessità sulle loro intenzioni senza indugio alcuno chiamino il 112.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium