/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 12 novembre 2018, 08:44

Albenga: ecco i vincitori del concorso di idee sul progetto "San Martino"

Premiati: Associazione ACLI Savona, Istituto internazionale di Studi Liguri, Sergio Giusto

Albenga: ecco i vincitori del concorso di idee sul progetto "San Martino"

Grande partecipazione per il  concorso di idee volto a raccogliere soluzioni innovative e creative collegate all’eredità di San Martino in quattro aree specifiche (rafforzamento della vocazione turistica della Città di Albenga; iniziative nel campo dell’educazione, innovazione sociale ed inclusione; valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e religioso; rafforzamento della cooperazione transnazionale).

Sabato sono stati presentati i vincitori:

Per le iniziative nel campo dell’educazione: Associazione ACLI Savona;

Per la valorizzazione del patrimonio artistico culturale e religioso: Istituto internazionale di Studi Liguri;

Per la cooperazione transnazionale: Sergio Giusto. 

Ricordiamo che il Concorso di Idee, lanciato nel quadro delle attività relative al progetto europeo NewPilgrimAge, ha lo scopo di raccogliere idee innovative che consentano di valorizzare il patrimonio tangibile ed intangibile locale attraverso la riattualizzazione dei valori di condivisione e ospitalità tramandati dal Santo, ma anche azioni finalizzate allo sviluppo di nuove metodologie di attivazione e coinvolgimento della comunità locale.

Spiega Davide Geddo che per il comune di Albenga segue il progetto: “E’ la prima volta che facciamo un concorso di idee. Non è stato facile, ma abbiamo avuto una buona partecipazione con idee buone e specifiche. Per noi il cammino di San Martino è un inizio ed abbiamo messo a bando diverse aree di sviluppo. La fortuna ha voluto che si siano presentate idee per tutte le aree. Purtroppo per quel che riguarda lo sviluppo turistico non abbiamo potuto accettare l’impostazione dell’idea, ma per le altre 3 aree siamo molto soddisfatti.”

Spiega la consigliera Eleonora Molineris: “Per noi è stato un inizio ed abbiamo sperimentato un nuovo modo di lavorare e quello che mi ha colpito ieri è che anche città più strutturate per i bandi europei hanno trovato difficoltà per i concorsi di idee. Sono ancora più soddisfatta e orgogliosa, quindi dei risultati ottenuti”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium