/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 12 novembre 2018, 07:58

Piaggio Aerospace: domani l'incontro al Mise con i lavoratori e i sindacalisti anche Regione e amministratori del territorio

le Segreterie Fim-Fiom-Uilm Genova Savona: “Non ci limiteremo ad ascoltare per l’ennesima volta l’importanza dei Droni. Occorre che il Ministero comunichi la data ufficiale per approvare gli atti conseguenti alle scelte che il Governo".

Piaggio Aerospace: domani l'incontro al Mise con i lavoratori e i sindacalisti anche Regione e amministratori del territorio

Dopo i timori di messa in liquidazione di Piaggio Aerospace e la mobilitazione dei lavoratori e tutte le sigle sindacali. La questione è arrivata nei giorni scorsi in Regione e domani verrà discussa al Mise (Ministero dello Sviluppo Economico).

Regione Liguria ha predisposto un ordine del giorno condiviso all'unanimità da tutti i gruppi consiliari, che impegna la giunta a “manifestare al Mise, con rappresentanti politici del governo, della dirigenza dell’azienda e delle organizzazioni sindacali, la necessità di salvaguardare l’occupazione e le professionalità dei lavoratori di Piaggio Aerospace e del relativo indotto, quali ad esempio, i lavoratori impiegati nell’azienda Laerh, nei siti produttivi in Regione Liguria”.

Il documento chiede, ancora, “di intervenire su tutti gli attori coinvolti perché si concluda rapidamente l’iter di approvazione dello schema di decreto ministeriale affinché si possa attivare la commessa dei droni del progetto P.2HH che, ad oggi, appare essere l’opportunità di sviluppo e prospettiva occupazionale per Piaggio Aerospace, e relativo indotto, più realistica”. (LEGGI QUI).

 La Regione ha dunque accolta la richiesta di lavoratori, sindacati e amministratori del territorio ed ha preso posizione (LEGGI QUI).

Affermano le Segreterie Fim-Fiom-Uilm Genova Savona e le Rsu Piaggio di Villanova e Genova: “Domani 13 novembre  non ci limiteremo ad ascoltare per l’ennesima volta l’importanza dei Droni per la Difesa italiana occorre che in quell’occasione  il Ministero comunichi la data ufficiale per approvare  gli atti conseguenti alle scelte che il Governo più volte ha dichiarato nelle varie sedi compreso la Ministra della Difesa. Abbiamo chiesto un intervento nei confronti dell’azienda perche non metta in pratica nessuno strumento che avvii la messa in liquidazione della Società come più volte paventato in questi giorni. La situazione non ha ancora un percorso definito i lavoratori non possono continuare a sentire affermazioni che non hanno certezze di impegno, ancora una volta la vertenza Piaggio manca di trasparenza, e da troppo tempo che aspettiamo.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium