/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | mercoledì 14 novembre 2018, 10:59

A Finale un ordine del giorno per discutere di Asia Bibi, la donna pakistana accusata di blasfemia

Geremia: "Rivolgiamo un appello affinché tutte le forze politiche si uniscano ai cittadini in nome delle Libertà fondamentali cosi drammaticamente violate".

A Finale un ordine del giorno per discutere di Asia Bibi, la donna pakistana accusata di blasfemia

Oggi in Consiglio Comunale di Finale, il Capogruppo Marinella Geremia, presenterá a nome della Sezione della Lega di Finale Ligure un ordine del giorno  sulla vicenda di Asia Bibi la donna cristiana pakistana che sebbene giudicata innocente dopo una decennale detenzione in carcere con accusa di blasfemia non può lasciare il Pakistan per il pericolo di ritorsioni di frange islamiste.

"La Lega di Finale che io qui rappresento crede che non si debba rimanere indifferenti, non ci si debba girare dall’altra parte , rivolgiamo quindi un appello affinché tutte le forze politiche si uniscano ai cittadini in nome delle Libertà fondamentali cosi drammaticamente violate nella vicenda di Asia Bibi e chiediamo al Sindaco di Finale che la città si unisca all’iniziativa di molti Comuni italiani esponendo l’immagine di Asia Bibi sulla facciata o davanti al Comune in segno di solidarietà verso tutti i cittadini perseguitati nel mondo di cui Asia é oggi il simbolo.Con Asia Bibi ,il gesto di solidarietà abbraccia tutte quelle donne che tutti coloro che oggi sono ingiustamente detenute,torturate,stuprate e a rischio di vita in alcuni paesi del mondo per aver voluto essere donne libere." afferma Marinella Geremia.

ECCO L'APPELLO:

Le novità delle ultime ore sulla vicenda di Asia Bibi, liberata dalla prigionia ma obbligata a restare in Pakistan dove ogni giorno rischia nuovamente la libertà e la vita, rendono ancora più urgente testimoniarle pubblicamente la nostra totale solidarietà e il desiderio di vederla presto sana e salva, auspicabilmente in Italia, ma lontano dalle orde di fondamentalisti che la vogliono morta: rivolgo un particolare appello affinchè tutte le forze politiche si uniscano ai cittadini in nome delle Libertà fondamentali così drammaticamente violate nella vicenda di Asia Bibi. La Lega chiede all Sindaco di Finale che la città si unisca all’iniziativa di molti comuni italiani esponendo l’immagine di Asia Bibi sulla facciata o davanti al Comune di Finale Ligure in segno di solidarietà verso tutti i cristiani perseguitati nel mondo, di cui Asia Bibi è oggi il simbolo, tenendola esposta almeno finché la donna non sarà riuscita a ottenere l’asilo politico fuori dal Pakistan. Non si puo' essere nel 2018 a rischio di morte per un'ipotesi di blasfemia.

E con Asia Bibi, il gesto di solidarietà abbraccia tutte quelle donne che tutti coloro che oggi sono ingiustamente detenute, torturate, stuprate e a rischio di vita in alcuni paesi del mondo per aver voluto essere donne libere.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore