/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 14 novembre 2018, 14:41

Elezioni Albenga 2019, intervista a Calleri: "Nessuna richiesta ufficiale, ma nel caso baserò il dialogo sui programmi"

Afferma l'ex presidente di Coldiretti: “Per ora continuo il mio lavoro, non ho ricevuto richieste ufficiali e si sa che spesso i primi nomi ad uscire sono quelli che poi non si candidano”

Elezioni Albenga 2019, intervista a Calleri: "Nessuna richiesta ufficiale, ma nel caso baserò il dialogo sui programmi"

Dopo la pizzata del “centrodestra alternativo” (LEGGI QUI) si continua a discutere di politica, alleanze, accordi, ipotesi e out out all’ombra delle Torri. Tra i nomi dei possibili candidati a farla da padrone quello di Gerolamo Calleri ex presidente di Coldiretti e noto imprenditore agricolo di Albenga.

Ma cosa dice a tal proposito il diretto interessato? Afferma Gerolamo Calleri: “Sui giornali si è fatto spesso il mio nome, ma voglio precisare che attualmente non ho avuto alcuna richiesta ufficiale". 

Nessuna “nomina dall’altro”, nessuna riunione di partito, ma qualche telefonata, però c’è stata.

“Si – risponde Calleri – qualcuno mi ha chiamato dicendomi che gli farebbe piacere se mi candidassi, altri, dopo aver letto sui giornali il mio nome mi hanno chiesto se era vero e manifestato la loro fiducia e stima. Di questo ne sono molto felice, ma ancora non c’è una mia candidatura ufficiale e si sa che spesso in questi casi i primi nomi ad uscire poi non sono gli stessi dei candidati ufficiali”.

Un ripensamento dunque?

Come avevo già detto io ora sono libero da impegni ed incarichi, sto lavorando nella mia azienda e sono disponibile al dialogo in particolare se questo vuol dire parlare di programmi. Credo che in una realtà come quella di Albenga sia importante ragionale proprio sul bene della città e dei cittadini più che sui simboli di partito. Dati anche gli incarichi che ho ricoperto in Coldiretti io sono abituato a ragionare in questo modo, in maniera più concreta e con la mente aperta per ascoltare ed accogliere le opinioni di tutti” spiega Calleri.

Quindi lo spazio è aperto ad accogliere anche altri schieramenti politici (ricordiamo che Calleri è stato dato come il candidato per la Lega)?

“Sicuramente, come ho detto – conclude Calleri – io sono abituato a ragionare sui programmi, sui lavori e anche quando ero presidente di Coldiretti ero abituato a confrontarmi anche con le altre categorie ed accettare le proposte e le idee di ciascuno. Credo che nel caso applicherei questa mia forma mentis anche in politica”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium