/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 14 novembre 2018, 13:35

Loano, minoranza unita per presentare una mozione sul Baratto amministrativo

Sindaco e Giunta esortati ad aderire al costituendo Albo regionale dei Comuni aderenti al progetto e, successivamente, a porre in essere tutte le azioni utili e necessarie a rendere effettivamente operativo tale importante strumento.

Loano, minoranza unita per presentare una mozione sul Baratto amministrativo

Una mozione relativa al Baratto amministrativo e all'adesione al costituendo Albo Regionale dei Comuni aderenti è stata presentata dai consiglieri di minoranza del Comune di Loano (Lista Civica LoaNoi e Lista Pd).

Di seguito ecco il testo completo firmato da Paolo Gervasi e Gianni Siccardi:

Alla c.a. del Consiglio Comunale di Loano e p.c. alla c.a. del sig. Sindaco e della Giunta 

Oggetto: Mozione relativa al Baratto amministrativo e all'adesione al costituendo Albo Regionale dei Comuni aderenti al 'Baratto amministrativo'

I consiglieri della Lista Civica LoaNoi e della Lista Pd da sempre per Loano.

Tenuto conto che l'art. 24 del decreto Legge n° 133/14 (convertito in legge con la L..n° 164 del 2014) prevede che " I comuni possono definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purche' individuati in relazione al territorio da riqualificare. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalita' di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. In relazione alla tipologia dei predetti interventi, i comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attivita' posta in essere.

L'esenzione e' concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attivita' individuate dai comuni, in ragione dell'esercizio sussidiario dell'attivita' posta in essere. Tali riduzioni sono concesse prioritariamente a comunita' di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute."

Considerato che in data 12 novembre 2018 la IV Commissione Territorio e Ambiente della Regione Liguria ha approvato il ddl 211 ("Disposizioni per la rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo"), relativa al cosiddetto Baratto amministrativo. con la quale detto strumento diventa una realtà concreta anche in Liguria;

considerato, altresì, che, sulla base di tale legge, sarà costituito l'Albo regionale dei Comuni aderenti al 'Baratto amministrativo' e che gli obblighi in capo al Comune aderente saranno molto limitati, così come dichiarato anche dai proponenti della stessa Legge Regionale; tenuto conto dell'attuale periodo di crisi e di difficoltà economica, in cui versano non solo privati ed imprese ma anche gli enti e i soggetti pubblici, nonché del fatto che i Comuni stessi hanno difficoltà a reperire risorse per provvedere alla manutenzione e al recupero nonché a far fronte a situazioni di degrado ambientale e strutturale presentano la mozione con cui si impegna il Sindaco e la Giunta a fare tutto quanto è in loro potere per aderire al costituendo Albo regionale dei Comuni aderenti al "Baratto amministrativo" e, successivamente, a porre in essere tutte le azioni utili e necessarie a rendere effettivamente operativo tale importante strumento. 

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium