/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 15 novembre 2018, 15:12

Bombardier, il consiglio regionale approva l’ordine del giorno vadese, sindaco Giuliano: "Entro 48 ore si sblocchi la commessa"

Il sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano ha esposto l’ordine del giorno che sarà approvato domani in un consiglio comunale straordinario alle 11.00, che è stato recepito dai capogruppo i quali l’hanno portato in consiglio regionale ed è stato approvato all’unanimità

Bombardier, il consiglio regionale approva l’ordine del giorno vadese, sindaco Giuliano: "Entro 48 ore si sblocchi la commessa"

È terminato da pochi minuti l’incontro in Regione tra i capigruppo regionali, i sindacati e il comune di Vado Ligure e Savona sul delicato tema della Bombardier.

La settimana scorsa il Gruppo Bombardier Trasportation ha annunciato un piano industriale globale che prevede 5000 licenziamenti a livello globale, di cui 3700 nel settore Aerospace e 1300 nel settore Transportation in cui resta ancora da definire il dettaglio di divisione per paese e per funzione, da lì la decisione dei lavoratori, dei rappresentanti sindacali e le rsu di scendere in piazza lunedì a Savona con un corteo che si è diretto verso la Prefettura per un incontro con il Prefetto Cananà e il successivo ulteriore passo della maggioranza comunale vadese che ha optato per la presentazione di un’ordine del giorno che discuta l’attuale difficile situazione dell’azienda.

Il sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano ha esposto l’ordine del giorno che sarà approvato domani in un consiglio comunale straordinario alle 11.00, che è stato recepito dai capogruppo i quali l’hanno portato in consiglio regionale ed è stato approvato all’unanimità.

“Oggi è una giornata importante, l’obiettivo principale è che in via urgente la commessa principale venga sbloccato entro 48 ore, l’unico modo tenere vivo il sito e permettere alla politica di sviluppare il percorso e verificare successivamente lo stato dell’azienda” spiega Monica Giuliano.

“Vogliamo che, approvando in consiglio comunale questo ordine del giorno, i comuni della provincia di Savona, la Regione, i Ministeri competenti e l’azienda si impegnino a intraprendere tutte le iniziative atte al riconoscimento di Bombardier Transportation sita in Vado Ligure quale azienda strategica per il territorio regionale e nazionale e valutare in sede di Governo centrale eventuali azioni volte a mantenere il sito produttigo e l’operatività, confermando la scelta e la lungimirante azione di potenziamento degli investimenti nel settore infrastrutturale e ferroviario italiano” hanno spiegato nell’ordine del giorno i membri della lista civica di maggioranza “Lavoriamo con i vadesi” composto dalla prima cittadina e dagli assessori e consiglieri Mirella Olivieri, Fabio Gilardi, Fabio Falco, Sergio Verdino, Sabrina Della Casa, Giulio Barbero, Stefania Moraglio, Ennio Rossi, Fabio Vigliecca.

“Bisogna assumere un’immediata iniziativa per giungere rapidamente alla sottoscrizione di un protocollo, con azienda, enti locali e Ministero dello Sviluppo Economico, d’intesa con le organizzazioni sindacali, affinché si garantisca una prospettiva produttiva concreta per lo stabilimento di Vado Ligure” concludono dal gruppo consiliare.

“Il Consiglio Regionale impegna il Presidente e la Giunta Regionale ad intraprendere tutte le iniziative finalizzate al mantenimento del sito produttivo, inoltre impegna ad assumere un'immediata iniziativa per la definizione di un protocollo tra MISE, Azienda, Istituzioni Locali ed Organizzazioni Sindacali per garantire una prospettiva produttiva concreta.

A tal proposito è necessario intervenire nei confronti dei vertici di Trenitalia affinché sia esercitata l'opzione contrattuale per la produzione di 14 treni destinati all'alta velocità che porterebbe a Vado Ligure ulteriori due anni di carichi di lavoro.

Ringraziamo la Presidenza del Consiglio Regionale ed i Capigruppo dei Gruppi Regionali per il lavoro collegiale a supporto della causa del lavoro nel nostro territorio. Ringraziamo il Presidente della Provincia di Savona Olivieri ed il Sindaco di Vado Ligure Giuliano per la loro attività. Tutto il territorio deve essere unito in battaglie di questa natura”, spiega Andrea Mandraccia, Segretario generale Fiom CGIL Savona.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium