/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 21 novembre 2018, 13:13

"Donne Oltre": a Borghetto Santo Spirito una panchina per la storia di ogni donna (VIDEO)

Presentata oggi in Comune l'iniziativa di sensibilizzazione sociale voluta dall'amministrazione comunale e in particolare dal consigliere alla cultura Mariacarla Calcaterra

"Donne Oltre": a Borghetto Santo Spirito una panchina per la storia di ogni donna (VIDEO)

Una panchina per ogni donna. La "dedica" è stata fortemente voluta dal Comune di Borghetto Santo Spirito, che ha varato il programma di sensibilizzazione denominato "Donne Oltre".

La presentazione dell'iniziativa si è svolta oggi nel palazzo comunale borghettino. Il lungomare cittadino vedrà le panchine intitolate ciascuna con il nome di una donna. Le targhe commemorative saranno suddivise per aree: grandi personalità che hanno tenuto alto il mondo femminile nel campo della scienza, della letteratura, delle arti... E, purtroppo, tanti fatti di cronaca susseguitisi negli ultimi anni ci ricordano che è doveroso anche un settore per le donne vittime di violenza e di femminicidio.

Un nome su tutti, per restare nel campo della cronaca borghettina, è quello di Stefania Maritano, alla quale è dedicata la sala consiliare.

Racconta il sindaco Giancarlo Canepa: "Porcella, Bova, Maritano, fino al triste episodio di pochi giorni fa a Boissano. Il comprensorio borghettino è stato oggetto nei decenni di una lunga scia di sangue e di femminicidi".

"Abbiamo 123 panchine sul lungomare - prosegue Canepa - e abbiamo deciso di dedicarle ad altrettante donne. Un segnale forte: avevamo pensato a un monumento contro la violenza sulle donne, ma abbiamo deciso di andare oltre, come recita lo stesso titolo dell'evento".

Spiega il consigliere con delega alla Cultura Mariacarla Calcaterra: "Coinvolgeremo tutti i cittadini attraverso un bando e un contest e saranno loro a individuare per ora le 30 donne che vedranno una dedica su un primo blocco di 30 panchine. Alla fine del progetto tutta la nostra marina sarà dedicata alla donna in tutte le sue sfaccettature. 30 donne ogni anno per un progetto pluriennale". 

Aggiunge il consigliere al verde pubblico Alessio D'Ascenzo: "Le donne sono donne, quindi nel regolamento non porremo limiti relativi a italiane o straniere, viventi o defunte". 

Conclude Canepa:"Entro l'estate speriamo di inaugurare la prima tranche di panchine. Le dediche saranno almeno in due lingue, italiano e inglese, per essere fruibili anche ai turisti. Entro la fine del 2018 renderemo noto il regolamento dettagliato".

Il Comune lascia aperta la porta ad eventuali sponsor disposti a sostenere l'iniziativa.  

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium