/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 14 dicembre 2018, 17:27

Albisola, insulti razzisti in una palazzina: "Vattene, non vogliamo appestati"

In una zona molto frequentata di Albisola Superiore, nei pressi della stazione, questa mattina è stato appeso un foglio con una dicitura razzista e dai toni minacciosi rivolti a un giovane nigeriano

Albisola, insulti razzisti in una palazzina: "Vattene, non vogliamo appestati"

“In questo palazzo non vogliamo negri appestati. Vai via subito che sei pestato. Qua non vogliamo droga”. In una zona molto frequentata di Albisola Superiore, nei pressi della stazione, questa mattina è stato appeso un foglio con una dicitura razzista e dai toni minacciosi.

Come documentano le foto dei suddetti appesi sul citofono della palazzina, le minacce sono state messe per iscritto.

Nel portone della via in questione abita dal maggio, giugno scorso, un giovane nigeriano di 26 anni, “adottato” da una famiglia albisolese, vittima da qualche tempo di insulti e lancio di uova nelle finestre della casa, non nuovo a attacchi di questo tipo vista la denuncia ai carabinieri per un ulteriore foglio appeso domenica scorsa.

“Queste persone devono tornare a vergognarsi quando scrivono queste cose, non c’è più pudore e lo vediamo ogni giorno, con insulti allo sportello pubblico, sull’autobus. Siamo stanchi, si è venuto a creare un clima irrespirabile, sono tante piccole cose che ogni giorno si vanno ad accumulare, non vogliamo stare in silenzio” spiega Sara che si considera come una mamma per il giovane, moglie di un cittadino nigeriano, la quale ha denunciato l’accaduto su Facebook.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium