/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 09 gennaio 2019, 13:28

Giovedì 17 gennaio ultimo "Open Day" all'IPSIA di Finale Ligure

Le iscrizioni per il prossimo anno scolastico si chiudono il 31 gennaio

Giovedì 17 gennaio ultimo "Open Day" all'IPSIA di Finale Ligure

Ultimo open day per l'anno scolastico 2018/2019 attualmente in corso all'IPSIA di Finale Ligure. La data programmata è per giovedì 17 gennaio dalle ore 15 alle 19. Ricordiamo infatti che il termine ultimo per le iscrizioni è quello di giovedì 31 gennaio.

Questo incontro segna la conclusione di un ciclo di appuntamenti svoltisi anche a novembre e dicembre per far conoscere agli alunni delle scuole secondarie di primo grado (ex scuole medie inferiori) questa realtà d'eccellenza nell'offerta relativa alla formazione del comprensorio Finalese.

Chi desiderasse ulteriori informazioni può contattare la segreteria dell'Istituto al numero 019/690228.

Nato come costola dell’IPSIA di Savona, per il quale offriva soltanto il triennio iniziale, dagli anni ’80 è diventato una realtà a sé stante, che copre l’intero quinquennio del corso di studi.

In quei tempi l’IPSIA di Finalmarina poteva contare, già dopo il corso triennale per meccanici, sul 100% di occupati presso gli stabilimenti Piaggio Aero. Oggi tante cose sono cambiate (le vicissitudini del brand Piaggio Aerospace sono ben note) e la scuola si articola su due corsi, uno denominato “Manutenzione e assistenza tecnica” che prepara professionalmente professionisti nel campo della termoidraulica, elettricisti, meccanici e tecnici manutentori e l’altro, con il nome di “Promozione commerciale e pubblicitaria”, incentrato sulla grafica (che, tra l'altro, ha realizzato anche il logo di questi stessi open day, sia per l'IPSIA, sia per l'IPSSAR "Migliorini", che vedete riportato nell'apertura dell'articolo).

Si tratta di due corsi altamente specifici, che danno una preparazione spendibile sia per chi scelga l’accesso a eventuali facoltà universitarie, sia immediatamente nel mondo del lavoro. Inoltre l’IPSIA di Finale Ligure è riconosciuto dalla Regione Liguria per gli esami regionali di qualifica, al termine del terzo anno di studi, validi su tutto il territorio europeo.

I corsi di studio prevedono diverse applicazioni pratiche: dalle visite sul territorio, all’alternanza scuola-lavoro e molto altro. Ad esempio, è stata recentemente effettuata una visita all’impianto di cogenerazione dell’IREN che è servita sia agli allievi di meccanica per esaminare gli aspetti manutentivi della struttura, sia a quelli di grafica, che ne hanno analizzato la segnaletica e la cartellonistica preposte alla sicurezza. Oggi la legge prevede 400 ore annue di alternanza scuola-lavoro: l’IPSIA, nel nome della massimizzazione delle applicazioni pratiche, talvolta è arrivata a quantificarne anche fino a 700.

I 32 insegnanti presenti gestiscono programmi che prevedono le lezioni di italiano e storia, matematica e scienze, inglese, educazione fisica e religione condotte in maniera comune per entrambi i corsi. Chimica e fisica, invece, sono differenziate: un’ora settimanale al primo anno e un’ora al secondo per i grafici, due ore per ciascun anno del biennio per i meccanici. Ci sono poi le materie specifiche: molta informatica in ambedue i corsi, laboratori tecnici ed esercitazioni per i meccanici, la seconda lingua francese per i grafici. Il corso di grafica comprende anche diritto ed economia (indispensabili per il marketing), tecniche di informazione e comunicazione, ma soprattutto 8 ore settimanali di grafica.

Tra le applicazioni pratiche si possono contare ad esempio il logo realizzato per l’Unione dei Comuni del Finalese, quello per il concorso “Pietra Filosofale” a Pietra Ligure, la veste grafica del convegno contro il doping organizzato  dalla ASL 2 Savonese e altre prestazioni, per la provincia e la Camera di Commercio. Due anni fa un libro sulla Shoah realizzato dall’IPSIA è stato premiato dalla Regione Liguria con un riconoscimento in denaro e una trasferta in Polonia per gli studenti con tutte le spese sostenute dalla Regione.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium