/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 09 gennaio 2019, 15:11

Processo Asl-Gsl per turbativa d'asta: assolto Albani

Archiviata l'accusa di turbativa d'asta nel processo con l'Asl savonese e il gruppo che gestiva l'ortopedia privata di Albenga

Alessio Albani

Alessio Albani

Per sopraggiunti termini di prescrizione, è stata archiviata l'imputazione di turbativa d'asta per l'assegnazione di posti letto pubblici al Gruppo Sanitario Ligure. Una vicenda che risale al 2011, il cui iter giudiziario è scattato nel 2014. Gli indagati era accusati di aver "pilotato" il bando di gara con il quale la Regione e la Asl 2 Savonese avevano gestito l'affidamento a Gsl.

L'indagine sull'ortopedia privata albenganese era sfociata in una serie di accuse. Fra queste, quella sulla regolarità dell'assegnazione di 18 posti letto.

Assolto oggi il fondatore di Gsl e imprenditore di Omnia Medica, Alessio Albani, insieme al consulente Angelo Antoniol. Al centro dell'inchiesta erano finiti anche i vertici (di allora) dell'Asl: l'ex direttore generale Flavio Neirotti, l'ex direttrice sanitaria Claudia Agosti, l'ex direttrice amministrativa Graziella BaldinottiLuca Garra, ex dirigente epidemiologia e direttore del presidio ospedaliero di Albenga.

Il capo d'imputazione relativo alla turbativa d'asta è prescritto, ma resta aperto il processo sulle presunte falsificazioni delle attestazioni delle presenze in sala operatoria.

Sul banco degli imputati ci sono cinque chirurghi che, secondo l'accusa, avrebbero fatto risultare in varie cartelle cliniche la loro presenza in interventi operatori, mentre si trovavano altrove.  

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore