/ Savona

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Savona | 09 gennaio 2019, 07:00

Savona, tagli alla biblioteca Barrili, incontro studenti-assessore: proposta l'apertura per 4 giorni con orario continuato

L'orario sarebbe dalle 9-17, un'ipotesi alternativa per sei, otto mesi, in attesa del ripristino dell'orario precedente che potrebbe portare all'arrivo di una cooperativa o associazione.

Savona, tagli alla biblioteca Barrili, incontro studenti-assessore: proposta l'apertura per 4 giorni con orario continuato

4 giorni di apertura a orario continuato invece di 5 frazionati. Questa l'idea proposta dalle rappresentanti degli studenti Erika Pepe e Giulia Noghera, per risolvere il problema dei tagli alla biblioteca Barrili di Monturbano e presentata ieri nell'incontro fiume durato circa 3 ore nella sala Giunta del comune all'assessore alla cultura Doriana Rodino.

Dopo il grido d'allarme lanciato sulla pagina Facebook "Petizione Monturbano" e successivamente la creazione di una raccolta firme e di una petizione online su change.org, l'urlo di protesta venerdì scorso è stato condiviso nel cortile di fronte alla biblioteca da una delegazione di studenti.

 "Abbiamo ascoltato le loro proposte - spiega l'assessore Rodino, che ha assistito all'incontro insieme alla dirigente Marta Sperati e al direttore Marco Genzone - l'orario continuato potrebbe essere un'idea ma bisogna fare un ragionamento insieme all'ufficio personale, potrebbero esserci problemi con i contratti dei lavoratori".

L'orario sarebbe dalle 9-17, un'ipotesi alternativa per sei, otto mesi, in attesa del ripristino dell'orario precedente che potrebbe portare all'arrivo di una cooperativa o associazione.

Al vaglio delle ipotesi il campus universitario anche se gli spazi sono ridotti: "Bisogna trovare uno spazio alternativo nelle giornate di chiusura che possa contenere tutti, che sia centrale, abbia il riscaldamento e la connessione wi-fi. Ringraziamo una società di ragazzi under 30 di Savona che ci sta sostenendo e ci si è offerta di dare una piccola donazione” spiegano le studentesse.

Un esempio di giovani savonesi che ci piace” ha concluso l'assessore alla cultura soddisfatta dell'occasione di confronto.

 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium