/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 15 gennaio 2019, 08:00

Quando Giulio Andreotti venne a Ferrania per visitare lo stabilimento della 'pellicola'

Ieri, in occasione del centenario della nascita del noto politico italiano, il 'Ferrania Film Museum" ha pubblicato sulla propria pagina Facebook una foto scattata nel 1948

Foto "Ferrania Film Museum"

Foto "Ferrania Film Museum"

Politico e scrittore. Uno dei principali esponenti della Democrazia Cristiana. Ieri, lunedì 14 gennaio 2019, Giulio Andreotti avrebbe compiuto 100 anni. Protagonista della scena politica per gran parte della seconda metà del XX secolo, Andreotti (il cui decesso avvenne il 6 maggio 2013) ha ricoperto per sette volte il ruolo di presidente del Consiglio e per 27 volte la carica di ministro

Dal 1945 al 2013 fu sempre presente nelle assemblee legislative italiane: dalla Consulta Nazionale all'Assemblea costituente, e poi nel Parlamento italiano dal 1948, come deputato fino al 1991 e successivamente come senatore a vita. A cavallo tra XX e XXI secolo subì un processo per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso. Fu assolto in primo grado dal Tribunale di Palermo. Il 2 maggio 2003 fu assolto anche dalla Corte d'appello di Palermo per i fatti successivi al 1980: per quelli anteriori a tale data, l'organo giudicante stabilì che Andreotti aveva commesso il reato di associazione per delinquere con Cosa nostra, e tuttavia fu emessa pronuncia di non doversi procedere per intervenuta prescrizione. La Cassazione, infine, confermò la sentenza di appello condannando Andreotti al pagamento delle spese processuali (Fonte Wikipedia). 

In occasione di questa ricorrenza, lo staff del "Ferrania Film Museum" di Cairo Montenotte ha voluto ricordare la figura del politico italiano, postando sulla propria pagina Facebook una foto di Andreotti in visita con la sua consorte allo stabilimento ferraniese.

Correva l'anno 1948. In quel determinato periodo storico, Andreotti ricopriva il ruolo di sotto-segretario alla presidenza del Consiglio con delega allo spettacolo. Nel 1949 si fece promotore della legge a sostegno del cinema italiano. 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium