/ Al direttore

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | 29 gennaio 2019, 10:26

Lettera al direttore: "Le piste ciclabili andrebbero delimitate con cordoli e barriere"

"I percorsi presenti a Savona non hanno niente a che vedere con una vera pista ciclabile. Ad esempio come è possibile che ci siano le fermate dei bus?"

Lettera al direttore: "Le piste ciclabili andrebbero delimitate con cordoli e barriere"

In merito all’incidente mortale occorso lo scorso sabato a Savona sulla pista ciclabile di via Nizza credo si debba fare una riflessione, le piste cosiddette ciclabili tuttora presenti in Savona niente hanno a che vedere con una vera pista ciclabile. Ad esempio come è possibile che su una pista ciclabile ci siano le fermate dei bus?

In oltre spesso da utente ciclista lungo la pista di via Nizza incontro auto e furgoni in sosta, bus che improvvisamente ti si fermano davanti costringendo noi ciclisti a scartare di lato rischiando di essere investiti, poi ad esempio sulla pista di corso Ricci ci sono mamme con passeggini persone con cani al guinzaglio lunghi 3 o 4 metri con i quali si rischia di arrotarsi, anziani con la badante che passeggiano con il deambulatore, la pista ciclabile deve essere ad uso esclusivo dei ciclisti altrimenti come dice Gianni Bugno 2 volte campione del mondo e presidente dell’associazione ciclisti professionisti meglio abolirle.

Le piste ciclabili andrebbero delimitate con cordoli e barriere e andrebbero sanzionati i mezzi non “velocipedi che vi transitano e vi sostano in maniera illecita, se così non è le piste sono semplici strisce di vernice colorata.

Luigi Borini

Lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium