/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 29 gennaio 2019, 05:00

Iniziano i giorni della merla: freddo e neve in arrivo da mercoledì 30 gennaio

Scopri la leggenda e le sue origini. Di seguito anche le previsioni per i prossimi giorni

Iniziano i giorni della merla: freddo e neve in arrivo da mercoledì 30 gennaio

Sono in arrivo i giorni della merla e con essi il freddo. Secondo la tradizione i giorni della merla, cioè gli ultimi tre giorni di gennaio (29, 30 e 31) sono i giorni più freddi dell'anno.

Pare proprio che in provincia di Savona sarà così, infatti da mercoledì 30 gennaio  si attende la veloce e rapida formazione di un minimo di bassa pressione al largo delle coste imperiesi in grado di favorire un veloce peggioramento (a nostro parere piuttosto debole) con locali piovaschi e nevicate a bassa o bassissima  quota tra il Savonese orientale e Genova.

LA LEGGENDA

La leggenda vuole che una merla stanca del freddo gennaio decise di raccogliere cibo a sufficienza per ripararsi nel suo nido per tutto il mese. Uscì di casa il 28° giorno  (gennaio il racconto aveva 28 giorni) sbeffeggiando il mese che, per vendicarsi chiese 3 giorni in prestito a febbraio e in questi scatenò bufere di neve e venti freddi. Per ripararsi la merla si rifugiò in un camino e ne uscì con le piume grigie.  

LA CREDENZA POPOLARE

Si dice che, se i giorni della merla sono freddi, la primavera sarà bella e in anticipo, se sono caldi la primavera arriverà in ritardo.

LE PREVISIONI

Oggi 29 gennaio:

Previsione: Inizialmente sereno o poco nuvoloso con aumento della nuvolosità a partire dal pomeriggio e possibili deboli pioviggini dalla sera

Venti: nella prima parte del giorno tra moderati e forti, anche rafficati (40-50 km/h) su Centro-Ponente in temporanea attenuazione a deboli

Mare: inizialmente mosso in calo a poco mosso su Centro-Ponente

Umidità: su valori medi

Segnalazioni di protezione civile: vento forte su Centro-Ponente

Domani 30 gennaio

Previsione: Giornata fredda e ventosa con cielo molto nuvoloso ovunque e precipitazioni diffuse, generalmente deboli, nevose oltre i 400-600 m su interno di Levante, a tutte le quote su versanti padani, oltre i 200 m su zone interne del Centro regione dove non si escludono locali sconfinamenti lungo le aree costiere. Possibili rovesci nevosi. Migliora dal pomeriggio a partire da Ponente

Venti: forti settentrionali su Centro-Ponente anche rafficati (70-80 km/h), forti meridionali a Levante

Mare: mosso in aumento a molto mosso

Umidità: su valori alti

Segnalazioni di protezione civile: Vento forte, neve, disagio per freddo

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium