/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 04 febbraio 2019, 13:36

De Lellis a Ceriale per parlare di fisco e di tassazioni inique

Appuntamento culturale organizzato per l'8 febbraio dal centro di Documentazione e Formazione "Giulia Benedetto"

De Lellis a Ceriale per parlare di fisco e di tassazioni inique

Antonio De Lellis sarà l'8 febbraio a Ceriale, presso la Casa dei Circoli, delle Culture e dei Popoli di via Concordia, in qualità di relatore dell'incontro pubblico dal titolo “CRISI: Come ci hanno cambiato le riforme fiscali. Le disuguaglianze nel mondo e in Italia.”

De Lellis rappresenterà in questo incontro la sezione Italia del CADTM (Comité pour l'Abolition des Dettes Illégitimes, cioè l'organismo internazionale per l'abolizione dei diritti illegittimi).

L'evento rientra nella rassegna culturale dal titolo "Crisi: 10 anni bastano", quinto ciclo di incontri organizzato dal Centro di Documentazione e Formazione "Giulia Benedetto".

L'associazione è dedicata alla memoria della professoressa Giulia Benedetto, insegnante di storia e filosofia del liceo Classico "Giovanni Pascoli" di Albenga e donna fortemente impegnata nel sociale e nei diritti umani, prematuramente stroncata da un male che non le ha dato scampo.

Il programma della serata prevede alle 19:30 un apericena (si raccomanda la puntualità), alle 21:15 la relazione di De Lellis con interventi e domande da parte del pubblico e alle 23:30 la chiusura lavori.

Nel testo degli organizzatori per annunciare l'incontro si legge: "Tra le principali cause della disuguaglianza nel mondo, il rapporto Oxfam evidenzia l’iniqua distribuzione delle tasse. E, in particolare, «la tendenza pluridecennale, che ha portato alla graduale erosione di progressività dei sistemi fiscali e a un marcato spostamento del carico fiscale dalla tassazione della ricchezza e dei redditi d’impresa a quella sui redditi da lavoro e sui consumi. Quando parliamo di fisco pensiamo ad un settore di esclusiva competenza di commercialisti e consulenti fiscali, ma esiste una prospettiva che dovrebbe accomunarci tutti, fatta di conoscenze minime di base condivise".

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium