/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 07 febbraio 2019, 12:28

Camillo Costa, dal coinvolgimento nel fallimento di una banca svizzera alla nomina ad Ispettore Onorario per la tutela dei beni di Albenga

L'inchiesta apparsa su "L’Espresso" ha dedicato un ampio approfondimento alla vicenda che ha coinvolto uno dei membri delle famiglie Costa, molto nota ad Albenga.

Camillo Costa, dal coinvolgimento nel fallimento di una banca svizzera alla nomina ad  Ispettore Onorario per la tutela dei beni di Albenga

L’Espresso, nella giornata di ieri, ha dedicato un ampio approfondimento a Camillo Costa, appartenente ad una delle famiglie più note di Albenga.

In particolare - come si legge nell’articolo scritto dalla giornalista Gloria Riva - Camillo Costa era stato direttore della Svizzera  dell’Aston Bank  ed ha avuto un ruolo nel fallimento dell’istituto di credito elvetico.

Il fatto che, poi, sia stato nominato Ispettore Onorario per la tutela dei beni di Albenga ha quantomeno incuriosito coloro che, in qualche modo, avevano subito gli effetti del fallimento bancario.

Questa nomina è balzata fuori in occasione di una disputa che Camillo Costa ha avuto con il consigliere di Forza Italia di Albenga Eraldo Ciangherotti che ha contestato alcuni aspetti relativi alla gestione dei musei di Albenga affidata alla famiglia Costa.

Si precisa nell’articolo de “L’Espresso” riguardo alla nomina di Camillo Costa Ispettore Onorario per la tutela dei beni di Albenga  “tutto in regola, tanto più che la Svizzera non sta neppure nella Comunità Europea e il fattaccio risale a un decennio fa e, a quanto è dato sapere, Camillo Costa in Italia ha una fedina pulitissima”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium