/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 10 febbraio 2019, 11:45

Compie il suo primo compleanno la "Thunder School", scuola di MTB: grande festa nel verde di Ranzi a Pietra Ligure

Il presidente di Outdoor Thunder Marco Scorza: "I sorrisi dei ragazzi che si divertono all'aria aperta è per tutti noi del direttivo un impulso positivo ad andare avanti su questa linea"

Compie il suo primo compleanno la "Thunder School", scuola di MTB: grande festa nel verde di Ranzi a Pietra Ligure

Compie il suo primo anno di attività la scuola di MTB “Thunder School”, che raduna numerosi bambini e ragazzi. L’evento è stato festeggiato ieri, sabato 9 febbraio, con una giornata di gioia, di gioco e di divertimento, immersa nel verde della frazione pietrese di Ranzi. Outdoor Thunder ASD ringrazia il ristorante “Il Capanno” per il rinfresco offerto, ulteriore “ciliegina sulla torta” in questo bel momento di condivisione e di amicizia.

Raccontano i fondatori: “La ASD Outdoor Thunder un anno fa diede vita ad una scuola dedicata ai ragazzi con uno spirito molto innovativo. I nostri slogan sono stati da subito #nostress, per dare alla scuola un approccio molto "Easy" lontano dalle competizioni e molto più dedicato al divertimento, al rispetto della natura ed alla condivisione di una passione e con i propri compagni di scuola.

Un anno ricco di emozioni che ha visto crescere il numero di partecipanti ed ha reso la scuola una costola sempre più importante all'interno dell'ASD, tanto da dargli una sua totale indipendenza.

Infatti il nostro maestro CSEN Ivano Villa ha saputo, insieme ai suoi collaboratori tesserati CSEN, strutturare una scuola divertente, professionale e completa in ogni suo aspetto.

La location di Ranzi fa da cornice ad un quadro meraviglioso, impreziosito dalla collaborazione con il circolo Giovane Ranzi che ha sempre sostenuto il progetto.

Insieme al prezioso sostegno del comune di Pietra Ligure che è sempre più attento, innovativo per quanto riguarda l'outdoor e le discipline che vivono il territorio all'aria aperta”.

Marco Scorza, presidente della ASD Outdoor Thunder, traccia un bilancio di questo anno ricco di soddisfazioni:  “Vedere in un anno la crescita del numero di ragazzi partecipanti mi rende felice aver deciso insieme a tutto lo staff di aver scelto Ivano Villa come nostro leader all'interno del progetto scuola. I sorrisi dei ragazzi che si divertono all'aria aperta è per tutti noi del direttivo un impulso positivo ad andare avanti su questa linea. Un ringraziamento particolare va a Cristina Moreno che con Banca Mediolanum ufficio consulenti finanziari di Finale Ligure sostiene economicamente e moralmente la scuola dando la possibilità ai noi come associazione di crescere e ai ragazzi di potersi divertire ogni anno di più.

Sono felice del supporto dato dall'associazione Giovane Ranzi che ha da sempre dimostrato la sua disponibilità ad accogliere la scuola ed i nostri ragazzi.

Altro ruolo importante lo ha avuto il comune di Pietra Ligure che grazie all'assessore Daniele Rembado presente oggi alla festa,  ha dato sostegno e supporto al progetto scuola, dimostrando il grande lavoro svolto negli ultimi anni per tutto il settore outdoor.

A mettere il sigillo alla splendida giornata è stata l'affissione del cartello all'ingresso del campo scuola di Ranzi presso la sagra del nostralino, importante segno che la collina razione fra istituzioni, associazioni e volontari porta sempre ottimi risultati.

Un ultimo ma non meno importante ringraziamento va a tutti i genitori che hanno creduto e credono i noi affidandoci i loro tesori più preziosi”.

Scorza conclude con “A tuono!”, quell’esclamazione fatta di grinta e di entusiasmo che fin dalla sua fondazione rappresenta il motto di Outdoor Thunder.

Del resto, le parole di entusiasmo di Marco Scorza sono supportate da altrettanta approvazione da parte del Comune. Daniele Rembado, assessore al turismo, cultura e sport di Pietra Ligure, dichiara: "Continua a consolidarsi sempre di più un'idea di turismo che vede nel territorio, nella natura e nello sport all'aria aperta importanti occasioni di sviluppo: portare i nostri giovani a scoprire, in sella ad una mountain bike, quello che l'entroterra è capace di offrire in termini di bellezza e divertimento rappresenta un'operazione educativa e culturale che guarda al futuro del nostro territorio e alle sue grandi potenzialità".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium