/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 12 febbraio 2019, 13:24

Smascherato il "falso carabiniere" che compiva furti nelle case di Dego

Si tratta di un pluripregiudicato 35enne astigiano. Adesso è caccia al complice. Denunciato anche un 59enne di Mioglia che aveva investito un pedone nel 2016 e continuava a guidare con la patente sospesa

Smascherato il "falso carabiniere" che compiva furti nelle case di Dego

Dopo mesi di serrate indagini, i Carabinieri della Stazione di Dego hanno deferito in stato di libertà P.L., astigiano di 35 anni pluripregiudicato, ritenuto responsabile del furto in abitazione ai danni di una donna di Piana Crixia commesso a fine del mese di giugno dell’anno scorso.

In quella occasione P.L. unitamente ad un altro complice, fingendosi carabinieri riuscirono ad asportare alcuni monili d’oro e del denaro contante con il pretesto di far verificare alla donna se avesse subito un furto ad opera di un terzo soggetto, anch’egli loro complice, che dicevano di avere arrestato mentre stava uscendo dall’abitazione.

Al deferimento si è giunti a seguito di articolate analisi della dinamica del furto che ha consentito di individuare analoghi episodi in altre province ed alla individuazione di uno degli autori in P.L. che è stato riconosciuto dalla vittima.

I Carabinieri di Dego con il supporto della Compagnia di Cairo Montenotte sono impegnati costantemente nel controllo del territorio per l’individuazione di soggetti debiti a reati predatori, anche con l’esecuzione di servizi straordinari con l’impiego di numerose pattuglie.

L’intensificazione dei controlli ha consentito anche di procedere alla denuncia in stato di libertà di S.V., 59enne di Mioglia, per essersi reiteratamente posto alla guida senza patente poiché revocata. L’uomo, nel 2016, si era reso autore di un investimento di un pedone dandosi alla fuga. A seguito di indagini fu individuato, denunciato e gli fu sospesa la patente.

Nonostante i provvedimenti adottati, l’uomo fu trovato alla guida con patente sospesa, motivo per il quale il documento gli fu revocato con provvedimento della Prefettura di Savona del 05/01/2017. Nel 2017 lo S.V. è stato ulteriormente trovato alla guida con patente revocata, motivo per il quale in questa ulteriore occasione dei giorni scorsi lo S.V. è stato denunciato all’A.G. e l’autovettura sottoposta a sequestro amministrativo ai fini della confisca.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium