/ Loanese

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Loanese | 12 febbraio 2019, 19:58

PreMeeting di Loano, al Garden Lido Davide Rondoni legge Leopardi in “E come il vento”

Appuntamento venerdì 15 febbraio alle ore 21.00 all'Hotel Garden Lido.

PreMeeting di Loano, al Garden Lido Davide Rondoni legge Leopardi in “E come il vento”

Continua il “percorso di avvicinamento” all'edizione 2019 del PreMeeting di Loano, la manifestazione che anticipa i temi del Meeting di Rimini, kermesse che la Fondazione Amicizia fra i popoli organizza ad agosto di ogni anno a Rimini. Anche per quest'anno l'iniziativa sarà promossa e realizzata dall'associazione culturale “Cara Beltà” e dal banco di solidarietà “Padre Santo” di Loano con il contributo dell'assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano.

Venerdì 15 febbraio alle 21 l'Hotel Garden Lido di Loano ospiterà la serata dal titolo “E come il vento”. Durante l'incontro, il poeta e scrittore Davide Rondoni leggerà “L'infinito” ed altre celebri poesie di Giacomo Leopardi. Ad accompagnarlo le coreografie ideate ed interpretate dalla danzatrice Agnese Trippa.

La serata gode del patrocinio del Comune di Loano ed è organizzata in collaborazione con “Infinito 200 - Una poesia”, il Centro di poesia contemporanea dell'Università degli Studi di Bologna e Fondazione Claudi. L'iniziativa rientra nell'ambito del “Cara Beltà Club 2018/2019”, rassegna di musica, poesia e danza organizzata dall'omonima associazione culturale e che si propone di offrire ai residenti e ospiti di Loano occasioni di incontro e approfondimento culturale. L'ingresso è libero.

Il titolo della quarantesima edizione del Meeting per l'amicizia fra i popoli, che si terrà nella Fiera di Rimini dal 18 al 24 agosto 2019, sarà “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi”. Come spiega Emilia Guarnieri, presidente della Fondazione Meeting per l'amicizia fra i popoli, si tratta di “un verso di una poesia di Karol Wojtyla. Quindi nel 2019 avremo un titolo in piena continuità con i contenuti di quest'anno. Se nel 2018 abbiamo messo al centro la persona, l'uomo che cerca la felicità e fa esperienza di essa, l'anno prossimo andremo ulteriormente al fondo per scoprire da dove può nascere il volto, la fisionomia della persona”. 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium