/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 19 febbraio 2019, 10:23

I 4 di Albenga verso la De.Co. i dubbi di Ciangherotti: "Si tratta di una mossa elettorale? Io l'ho proposto un anno fa"

Eraldo Ciangherotti sottolinea e consiglia: "Perchè non anche ad altre eccellenze come i Baxin e il Caviale del Centa solo per fare alcuni esempi eclatanti? Sarà una mossa per ottenere il favore degli agricoltori?".

I 4 di Albenga verso la De.Co. i dubbi di Ciangherotti: "Si tratta di una mossa elettorale? Io l'ho proposto un anno fa"

I 4 di Albenga (Asparago violetto, carciofi, pomodoro cuore di bue e zucchina trombetta) verso la certificazione De.Co (LEGGI QUI).

Una lodevole iniziativa per la valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze che, però, non manca di creare un dibattito politico.

Afferma il consigliere Eraldo Ciangherotti: "Sono contento che, dopo cinque anni di immobilismo, la giunta Cangiano, e il sedicente assessore Passino, si siano resi conto che Albenga ha un enorme patrimonio da valorizzare concedendogli la Denominazione Comunale, esattamente quello che lo scorso anno, a giugno, avevo proposto, inascoltato dalla maggioranza, di fare."

Precisa il consigliere: "Oggi si chiede una posizione bipartisan per iniziare il percorso di concessione De.Co. ai quattro di Albenga, zucchina trombetta, carciofo spinoso, pomodoro cuore di bue e asparago violetto, per altro già protetto da Slow Food con un Presidio. Anche se questa improvvisa pioggia di De.Co. assomiglia tanto alla riasfaltatura delle strade, fatta a ridosso delle elezioni comunali, sono soddisfatto che la maggioranza mi abbia finalmente dato retta."

Il consigliere Ciangherotti, poi, avanza un sospetto: De.co. chieste ad hoc in vista delle elezioni? e prechè non anche per altri prodotti come ad esempio Baxin e al Caviale del Centa?

Spiega Ciangherotti: "Mi permetto di suggerire, visto che stanno parlando solo di De.Co. agli ortaggi (e mi viene il sospetto sia una manovra per ingraziarsi il voto degli agricoltori vicini al nostro candidato sindaco Gerolamo Calleri) di guardare all’intero patrimonio enogastronomico cittadino, concedendo la De.Co. anche ai Baxin e al Caviale del Centa, solo per fare due esempi eclatanti che la maggioranza non ha nemmeno preso in considerazione, a dimostrazione del solito pressapochismo che ha caratterizzato questi anni di governo cittadino."

"Se, come penso, riusciremo ad ottenere la fiducia degli albenganesi abbiamo le idee chiare su come valorizzare il patrimonio enogastronomico cittadino”conclude Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale e consigliere provinciale.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium