/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 20 febbraio 2019, 11:56

Finale Ligure: l'UPA raduna tutti i candidati sindaco per parlare del futuro del turismo

Pier Paolo Cervone, Tiziana Cileto, il sindaco uscente Ugo Frascherelli, Massimo Gualberti e Gabriella Tripepi si sono incontrati per parlare di "Agenda per le politiche del turismo finalese", una tavola rotonda organizzata dall'UPA.

Finale Ligure: l'UPA raduna tutti i candidati sindaco per parlare del futuro del turismo

Il primo che è riuscito a radunare i cinque candidati sindaco di Finale Ligure è stato Angelo Berlangieri.

Nella tarda mattinata di oggi, infatti, in sala Gallesio, davanti al Palazzo Comunale di Finale Ligure, Pier Paolo Cervone, Tiziana Cileto, il sindaco uscente Ugo Frascherelli, Massimo Gualberti e Gabriella Tripepi si sono incontrati per parlare di "Agenda per le politiche del turismo finalese", una tavola rotonda organizzata dall'UPA, Unione Provinciale Albergatori di Savona alla quale hanno partecipato anche i principali esponenti del mondo alberghiero, dei campeggi e dei bagni marini.

Introduce il dibattito Angelo Berlangieri: "Ci è sembrato opportuno in questa fase di progettazione e programmazione da parte delle varie liste tracciare delle linee guida, delle proposte, senza pretendere di insegnare niente a nessuno, puramente funzionali al rilancio futuro dell'economia turistica finalese".

Procede Berlangieri: "Non siamo schierati con nessuno né contro nessuno, vogliamo solo il bene di Finale Ligure e chiunque vinca non dubitiamo che saprà lavorare al meglio".

In sintesi il documento consegnato dalle Categorie si articola in due parti: la prima dedicata alla metodologia di approccio, cioè, come dice Berlangieri, "capire come va il mondo".

La seconda parte è una lista di una decina di punti chiave, sottolineando forza e debolezza del turismo finalese. "Non bisogna banalizzare - sottolinea Berlangieri - un tema come il turismo: è molto complicato come settore e richiede una analisi accurata e costante. Oggi non andiamo sul mercato con prodotti ed esperienze turistiche, eppure si crede di essere competitivi. Dobbiamo trasformare gli 'ingredienti' del nostro territorio in un progetto".

Rimarca Berlangieri: "Stupore, emozione, bellezza, sono il segreto alla base di una località turistica. Deve essere un luogo capace di stupire e sorprendere costantemente il turista, ma anche il residente".

Tra i progetti chiave a cui le Categorie ambirebbero rientra una totale riqualificazione del waterfront cittadino, una ciclovia intercittadina che colleghi almeno da Borgio Verezzi fino a Noli, un forte rilancio del porto turistico come infrastruttura chiave, funivie o funicolari che colleghino Finalmarina a Castelfranco e Finalborgo a Castel San Giovanni, i due massimi monumenti cittadini. Particolare attenzione, infine, al tema dell'accessibilità, perché la città deve essere veramente vivibile e fruibile per chiunque.

"Non siamo solo outdoor, non siamo solo mare, dobbiamo imparare a presentarci come realtà multiprodotto e ad essere competitivi a livello mondiale in tal senso. Bisogna curare (ad esempio la rete outdoor) ma anche innovare: puntare sempre su nuove offerte, ad esempio la wellness & silver economy, il turismo della terza età, che permette di scoprire e raggiungere sempre nuove clientele e nuove stagionalità. Ma anche spazio ai bambini e alle famiglie, l'importante è crescere e differenziare. Un'infrastruttura adeguata per tutti potrebbe essere un centro benessere e thalassoterapia. Perché dobbiamo metterci bene in testa che non si fa offerta senza infrastrutture adeguate", conclude Berlangieri.

Il commento dei 5 candidati sindaco:

 

 

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium