/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 21 febbraio 2019, 16:12

Cairo intitola un'area verde a Don Felice Vincenzo Gilardi

E' stato Arciprete della Parrocchia di San Lorenzo dal 1939 al 1975

Cairo intitola un'area verde a Don Felice Vincenzo Gilardi

Il Comune di Cairo Montenotte intitola l'area verde parallela a corso Dante e prospiciente lato fiume Bormida a Don Felice Vincenzo Gilardi, Arciprete della Parrocchia di San Lorenzo dal 1939 al 1975. La delibera è stata approvata dalla giunta comunale guidata dal sindaco Paolo Lambertini.

La figura e l’opera di Don Gilardi, la cui azione pastorale si intrecciò subito con le vicende della guerra, esercitando, dopo il 1943, un’intensa e silenziosa attività di mediazione fra i partigiani e gli occupanti nazisti, schierandosi dalla parte dei deboli e in nome della difesa della vita delle persone senza dar conto alle posizioni politiche. Nel dopoguerra, condusse un'azione educativa nei confronti dei giovani, attraverso gli strumenti associativi dell’Azione Cattolica e le Opere Parrocchiali Educative e Sociali–le OPES, realizzate in via Berio.

"Don Gilardi fu realmente uomo del suo tempo per la passione con cui ha percorso la sua missione apostolica con spirito evangelico nel dialogo generoso e solidale intessuto con la Comunità, agendo con idee lungimiranti, quali ad esempio l’istituzione del corso professionale contabile e commerciale per le giovani in cerca di occupazione, che nel 1964 si sviluppo’ nella scuola statale per ragionieri che sarà l’Istituto 'Patetta' - si legge sulla delibera - 'Cairese d’adozione', si è distinto per l'opera educativa, l'attenzione alla scuola, la difesa dei deboli e l’esempio di dedizione al bene comune e alla Comunità meriti imperitura memoria".

Questa la motivazione: "La Città di Cairo Montenotte rende grata memoria a Don Felice Vincenzo Gilardi (1901-1983), Parroco della Chiesa di San Lorenzo, per aver percorso la sua missione apostolica con spirito evangelico nel dialogo generoso e solidale con la Comunità, guidato da spirito di comprensione, di conforto, di accoglienza e di condivisione del vivere quotidiano, in difesa dei valori della persona e della vita umana, attento e lungimirante educatore delle giovani coscienze nella scuola, nella famiglia, nel lavoro e nella ricreazione".

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium