/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 01 marzo 2019, 17:00

Prevenzione furti e truffe: i carabinieri incontrano i cittadini di Ferrania

Nella serata di ieri, il maresciallo Valentino Giugliano, comandante della Stazione carabinieri di Cairo, si è confrontato con i cittadini della frazione

Prevenzione furti e truffe: i carabinieri incontrano i cittadini di Ferrania

"Aiutiamoci a difenderci da ladri e truffatori". Nella serata di ieri, il maresciallo Valentino Giugliano, comandante della Stazione carabinieri di Cairo Montenotte ha incontrato i cittadini della frazione di Ferrania presso la Sala A.B.F..

Oltre a creare un punto di ascolto, questa attività di sensibilizzazione da parte dell’Arma presso la popolazione insieme all'intensificarsi dei controlli in strada, vuole contribuire ad alzare il livello di guardia contro ladri e truffatori. 

Dopo le presentazioni di rito, il maresciallo Giugliano ha iniziato il suo intervento illustrando le differenze tra il furto, il furto in abitazione, la rapina, l'estorsione e la truffa. Una particolare attenzione è stata posta propria sulla truffa. Il comandante della stazione di Cairo ha dato una serie di consigli utili per evitare i raggiri più comuni, come ad esempio quello informatico: fare attenzione alla registrazione dei propri dati sui vari siti e usare sempre una carta prepagata per gli acquisti in rete. 

Dopo aver illustrato l'organizzazione delle pattuglie e la copertura del territorio (questa l'attività preventiva in Val Bormida nel 2018: 6.635 pattuglie; 12.742 militari impiegati; 29.522 persone controllate; 22.139 veicoli controllati), il maresciallo Valentino ha illustrato una sorta di vademecum per prevenire eventuali "visite" sgradite da parte dei ladri.

Nel dettaglio: chiudere sempre il portone del proprio palazzo; non aprire il portone o il cancello automatico se non sapere chi ha suonato; installare dei dispositivi di antifurto collegati con i numeri di emergenza; conservare i documenti personali in un luogo sicuro (ad esempio una cassaforte); in caso di viaggi o vacanze, evitare di pubblicare sui social network i propri spostamenti; ricordare che il controllo domiciliare delle utenze domestiche viene di solito preannunciato con un avviso; in caso di assenza prolungata, avvisare solamente le persone di fiducia e concordare con uno di loro dei controlli periodici; in caso di assenze brevi o se siete soli in casa, lasciare accesa la luce o la radio in modo tale da mostrare all'esterno che la casa è abitata.

Nel caso in cui vi accorgiate che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, allertare immediatamente il 112. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove e telefonate subito al Pronto intervento; chiudere agli amministratori di condominio di fare installare sistemi dissuasori si grondaie e colonne montanti di acqua e gas; non lasciare mai le chiavi sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili o vicino all'ingresso; registrare sulla segreteria messaggi al plurale; non lasciare mai dei biglietti attaccati alla porta; non mandare i bambini ad aprire la porta; ricordare che le forze dell'ordine non chiedono mai pagamenti in contanti, ori o preziosi; non date soldi a sconosciuti che dicono di essere funzionari di Enti pubblici o privati di vario tipo. Utilizzando i bollettini avrete un sicuro riscontro del pagamento effettuato; mostrare cautela nell'acquisto di merce/contratti venduti porta a porta. 

Infine, il maresciallo Valentino ha lanciato un appello alla cittadinanza: in caso di episodi curiosi o alquanto sospetti, non esitare nel contattare le forze dell'ordine. 

Il prossimo incontro con la cittadinanza, sempre a cura del maresciallo Valentino Giugliano, si terrà mercoledì 6 marzo, alle ore 20:30, presso la sede della Polisportiva di Bragno. L'ingresso sarà sempre libero. 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium